23/02/2020 ore 03:21
Terni: maggiori controlli nei quartieri, dalla Ottava Circoscrizione chiedono una presenza più assidua dei vigili urbani
Più controlli nella periferia cittadina. A chiedere una maggiore "protezione" nei confronti dei cittadini è Moreno Rosati, presidente della Ottava Circoscrizione, il quale parla del vigile di quartiere. "A tre anni dall’istituzione sul nostro territorio circoscrizionale della IV sezione territoriale dei vigili urbani - afferma Rosati - è opportuno fare alcune considerazioni sull’effettiva utilità di questa struttura, almeno così come è organizzata. La presenza dei vigili urbani è una esigenza manifestata da tantissimi cittadini, sia in ordine ai problemi di viabilità che di sicurezza e prevenzione. Le sezioni territoriali sono una giusta riposta a questa esigenza. C’è il problema, però, dell’effettiva operatività di queste strutture costituite da un numero di agenti insufficiente e con una ‘giurisdizione’ che non corrisponde alle ripartizioni territoriali delle circoscrizioni. Una ripartizione che ingenera confusione tra i cittadini e che quindi è da rivedere e armonizzare. Nella nostra circoscrizione abbiamo la presenza stabile di tre unità più un coordinatore parte time. Il personale, in teoria, è impegnato nei servizi di viabilità, nella vigilanza edilizia, nel ricevimento del pubblico, nel controllo delle scuole, negli accertamenti anagrafici. Una molteplicità di impegni che ricadono su un numero esiguo di agenti, peraltro spesso utilizzati anche, con appositi ordini di servizio, in attività che riguardano tutto il territorio comunale. E’ chiaro - continua Rosati - che così non si raggiungono i risultati prefissati, cioè quelli di garantire la prevenzione, di aumentare la sicurezza e una migliore fluidità del traffico. Un anno fa, in occasione dell’inaugurazione della nuova sede della sezione territoriale, ci furono parole di impegno da parte dell’amministrazione comunale a potenziare a breve l’organico. Non se ne è fatto nulla. Ad oggi, quindi, siamo costretti a rinnovare la richiesta dell’istituzione del quarto vigile urbano. Obiettivo minimo per garantire un costante controllo del territorio, con particolare riguardo alla zona dell’ospedale e alle vie di collegamento con la realtà di Rieti e Stroncone".



8/1/2007 ore 5:38
Torna su