04/12/2020 ore 11:44
Sangemini: un uomo di 91 anni percorre 15 chilometri contromano lungo la E/45. "C'era troppa nebbia e mi sono perso!"
A 91 anni, con una “Fiat 126” contromano per 15 chilometri lungo la E/45. Il protagonista di questa avventura è un arzillo vecchietto di Spoleto che domenica mattina ha imboccato la superstrada contromano all’altezza di Acquasparta e si è fatto la bellezza di 15 chilometri (fino all’uscita di Sangemini Sud ed attraversando addirittura la galleria) prima di essere fermato da una pattuglia dei carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Terni. “Ero uscito per comprare il giornale alla stazione di Spoleto – ha detto l’uomo ai militari appena sceso dalla macchina -, ma con tutta questa nebbia mi sono perso e non so nemmeno dove ci troviamo”. Il fatto ancora più curioso, ancorché drammatico, è che l’anziano ha confessato ai carabinieri di aver evitato una lunga serie di incidenti lungo la superstrada. “Vedevo le altre macchine che venivano contro di me – ha detto il vecchietto – ed io ero costretto continuamente ad evitarle”. L’uomo non si è reso conto che erano gli altri automobilisti che facevano della acrobazie, mettendo a repentaglio la loro vita e quella degli altri automobilisti che si trovavano a passare lungo la E/45, per evitare di sbattere frontalmente contro la 126. Ciononostante sei autovetture si sono ugualmente urtate tra loro a seguito di improvvise frenate e di repentini spostamenti fatti per evitare di scontrarsi con il vecchietto che procedeva contromano. Per fortuna, alla fine di questa avventura si sono solo contati i danni alle auto, e molta paura per gli automobilisti che hanno vissuto quei momenti come in un incubo. Al vecchietto i carabinieri hanno applicato le sanzioni previste dal codice della strada e ritirato la patente di guida.
4/12/2006 ore 15:55
Torna su