28/11/2020 ore 14:43
Terni: la polizia arresta in piazza Bruno Buozzi un rumeno di 36 anni che a luglio era evaso dagli arresti domiciliari
Arrestato dopo quattro mesi di latitanza. Un cittadino rumeno è stato assicurato alla Giustizia dal personale della sezione narcotici della Squadra Mobile di Terni, dopo che questi era evaso nello scorso mese di luglio dagli arresti domiciliari. L’attività investigativa è dunque durata quattro mesi ed è stata piuttosto laboriosa a seguito dei continui spostamenti dell’extracomunitario. L’uomo, R.D.D. di 36 anni, latitante dal 6 luglio scorso, il 28 gennaio era stato tratto in arresto, insieme al fratello ventiseienne in quanto entrambi erano stati ritenuti responsabili di una intensa attività di spaccio di stupefacenti nel territorio cittadino. Nel corso dell’operazione, durante la perquisizione operata dal personale della sezione Narcotici, era stata anche ritrovata una pistola illegalmente detenuta con matricola abrasa, probabilmente utilizzata per compiere delle rapine in danno di alcune famiglie, reato per il quale il soggetto era stato indagato anche in stato di arresto più volte in varie località italiane. Ai due stranieri erano stati poi concessi gli arresti domiciliari da scontare a Veggiano (Pd), luogo dal quale il 36enne il 6 luglio è scappato. Di seguito all’evasione il Gip ha ripristinato l’ordine di custodia cautelare in carcere che è stato eseguito dopo il rintraccio avvenuto in Piazza Bruno Buozzi a Terni al termine di un meticoloso pedinamento iniziato in un’altra via del centro di Terni. Nel corso della perquisizione personale l’uomo è stato trovato in possesso di un coltello di notevoli dimensioni, di uno sfollagente metallico retrattile, nonché di una patente auto e di una carta d’identità, intestate ad un cittadino italiano il quale ne aveva denunciato il furto lo scorso settembre. Il rumeno è stato deferito all’A.G. anche per i reati di ricettazione e violazione dell’articolo 4 Legge 110/75.
30/11/2006 ore 20:25
Torna su