12/11/2019 ore 22:55
Terni: dal Comune 270.000 euro per la messa in sicurezza della sede provvisoria degli uffici giudiziari di via Bramante
Ha avuto il via libera del comitato per la Sicurezza e l’Ordine Pubblico, che si è appositamente riunito nei giorni scorsi, il progetto ideato e finanziato dall’amministrazione comunale di Terni per la messa in sicurezza della sede provvisoria degli ufficio giudiziari in via Bramante. Con una spesa di 270 mila euro verrà realizzati una serie di impianti necessari a garantire la sicurezza alla struttura. Verranno relizzati: l’impianto televisivo a circuito chiuso, che rimarrà in funzione sia all’esterno che all’interno dell’edificio, con registrazione 24 ore su 24; l’impianto anti intrusione con la posa di sensori volumetrici e a infrarossi, in particolare a salvaguardia delle stanze che custodiscono incartamenti “sensibili”; l’installazione dei videocitofoni sui 4 ingressi agli uffici e per ogni stanza dei signori magistrati; la realizzazione della postazione di vigilanza centralizzata. L’inizio dei lavori è previsto per i primi di marzo 2007. Parte dei materiali installati in via Bramante verranno recuperati per l’impianto di sicurezza degli uffici giudiziari di Corso del Popolo, attualmente oggetto di un profondo restauro. "Ringraziamo per la disponibilità, la condivisione, i suggerimenti, forniti sia dall’utenza che dalle Forze dell’Ordine e la Prefettura - ha detto l'assessore Alberto Pileri - per il ruolo avuto nell'azione di coordinamento. Con questo progetto, che riguarda un sito sensibile della città, la prevenzione e i sistemi di sicurezza e salvaguardia del territorio urbano ricevono un contributo significativo. Il progetto è stato rimesso alla proprietà e ai gestori degli immobili per avere il loro assenso".
6/12/2006 ore 5:24
Torna su