23/02/2020 ore 01:51
Rischio idraulico e frane: mezzo miliardo di vecchie lire per consolidare le sponde del torrente Serra
L’Assessorato all’Ambiente e alla Protezione civile della Provincia di Terni ha predisposto un progetto di 260.000 euro per un intervento di consolidamento della sponda destra del torrente Serra in località Toano, nel territorio comunale di Terni. Il piano d’intervento è incentrato sull’utilizzo delle “terre armate” consistenti in porzioni di terreno rinforzate con strutture a rete metallica che consentono di potenziare la tenuta della sponda soggetta ad erosione. Il progetto, coordinato dall’ingegner Roberto Celin, interessa un’estensione di circa 60 metri e verrà completato nella parte superiore con opere di rinverdimento ricorrendo alle talee, nel rispetto delle norme tecniche di ingegneria naturalistica che la Provincia di Terni ha deciso di attuare per tutelare ambiente e paesaggio, e nella parte inferiore con paramenti in pietrame per potenziare la resistenza del pendio. “L’intervento – afferma l’Assessore provinciale all’Ambiente e Protezione civile, Fabio Paparelli – che rientra nel complesso della progettazione provinciale in particolare per quanto riguarda la prevenzione da rischio idraulico e da frana, consentirà di mettere in sicurezza sia la strada comunale che gli insediamenti abitativi che insistono nella zona, ripristinando la situazione precedente a quella degli smottamenti avvenuti ”.


30/10/2006 ore 15:55
Torna su