25/09/2020 ore 12:50
Multiutility provinciale: dai sindacati giudizio positivo sul progetto e sul percorso che si intende seguire per arrivare alla sua costituzione
Istituzioni e sindacato a confronto sul progetto per una nuova organizzazione provinciale dei servizi e per la costituzione di una multiutility provinciale. All’incontro, che si è tenuto a Palazzo Bazzani, hanno partecipato il Presidente della Provincia di Terni, Andrea Cavicchioli, coordinatore del Comitato istituzionale per la Multiutility provinciale, il Presidente dell’Asm, Giacomo Porrazzini, coordinatore del Comitato tecnico, l’Assessore provinciale all’Ambiente, Fabio Paparelli, i Segretari confederali di Cgil, Cisl e Uil, Lucia Rossi, Faliero Chiappini e Gabriele Nardi, nonché i rappresentanti della categorie sindacali interessate. Il Presidente della Provincia Cavicchioli e quello dell’Asm Porrazzini hanno illustrato le linee progettuali predisposte, la documentazione elaborata, lo schema degli atti inviati ai Comuni, il percorso stabilito ed il contesto normativo regionale e nazionale di riferimento, indicando gli obiettivi e quanto già oggetto di accordo fra le municipalità coinvolte. Cavicchioli ha, altresì, fatto presente di avere inviato ai Comuni lo schema di delibera per l’adesione formale al progetto e di aver convocato per il 31 ottobre la “Conferenza dei Sindaci” per ogni ulteriore chiarimento. I rappresentanti delle Organizzazioni sindacali hanno condiviso gli obiettivi e l’impostazione complessiva, esprimendo un giudizio positivo sullo sforzo che si sta compiendo, diretto ad offrire un unico punto di riferimento per la gestione di settori determinanti per la comunità locale, quali la gestione del ciclo dei rifiuti e di igiene ambientale, produzione e distribuzione di energia elettrica, settore idrico e depurazione, distribuzione del gas naturale, uso razionale e compravendita dell’energia, reti di cablaggio. Il Presidente della Provincia si è impegnato ad attivare con le Organizzazioni sindacali un percorso di concertazione nelle varie fasi di attuazione del progetto per un coinvolgimento reale che costituisce un valore aggiunto per i risultati che ci si è prefissi. “L’impostazione condivisa -ha assicurato Cavicchioli- verrà portata avanti anche nel confronto che si è attivato in sede regionale per la gestione dei servizi pubblici, tenendo conto che in sede di Consiglio delle Autonomie Locali è stato costituito un gruppo di lavoro per un ordine del giorno che delinea gli indirizzi per questo settore in Umbria”



27/10/2006 ore 5:50
Torna su