21/11/2019 ore 17:25
Terni: nasce alla Novamont la prima "bioraffineria" verde del mondo in grado di produrre poliesteri a base di olio vegetale
Terni si appresta a vivere una piccola rivoluzione industriale, a base di mais e semi di girasole. Nell’ex polo della siderurgia e della chimica, la società italiana Novamont, pioniera nel settore dei prodotti biodegradabili, ha inaugurato "la prima bioraffineria verde del mondo, in grado di produrre dei bio-poliesteri a base di olio vegetale". Sorge a Terni ed è un modello di produzione industriale che andrà a integrare la filiera delle bioplastiche Mater-Bi, settore nel quale l’azienda è leader già da tempo. Si tratta una produzione compatibile dal punto di vista ambientale e sostenibile dal punto di vista economico, realizzata con la collaborazione di Coldiretti e con la partecipazione di una cooperativa di 600 imprenditori agricoli. È prevista, a partire dal 2008, una capacità produttiva annua di 60mila tonnellate di bioplastiche, che permetteranno così di coprire circa un quarto dell’intero fabbisogno nazionale di plastiche, per circa metà della quantità di prodotti usa e getta nel nostro Paese. La Novamont ha investito fino ad oggi circa 100 milioni di euro per la ricerca e per la realizzazione degli impianti di produzione. Si tratta di prodotti derivati da materie prime naturali e rinnovabili come amido di mais, di patate, di grano e olii vegetali, che presentano però le stesse caratteristiche chimiche e fisiche della plastica tradizionale. Con la differenza della completa biodegradabilità e compostabilità, e con un limitato impatto ambientale.



23/10/2006 ore 11:29
Torna su