17/11/2019 ore 17:57
Terni: il Tar invita il Comune a dare lo stadio alla Ternana per la disputa della gara di domenica con il Lanciano
Il Tribunale Amministrativo Regionale discuterà nella seduta del 25 ottobre il ricorso presentato dalla Ternana Calcio contro il Comune di Terni in relazione alla vicenda dello stadio Libero Liberati. Il Tar dell’Umbria non ha disposto alcuna clausola sospensiva ma ha invitato il Comune di Terni a concedere in via straordinaria, domenica prossima, l’impianto sportivo per la partita con il Lanciano al fine di “evitare un danno grave ed irreparabile” alla Ternana quale quello derivante dalla perdita a tavolino dell’incontro di calcio o, peggio, dall’estromissione dal campionato. Preso atto della sollecitazione del Tar e della riconvocazione per un giudizio di merito, i legali del Comune di Terni hanno dato al Presidente del Tribunale la disponibilità ad una nuova concessione dello stadio in deroga, secondo le modalità di assegnazione alla Lega Nazionale Calcio di Serie C seguite per la precedente partita interna contro la Cavese. Tale riconsegna temporanea delle chiavi del Liberati alla Lega Calcio ed al Coni Provinciale, seguendo il percorso già utilizzato in precedenza, è stata concordata dal sindaco Raffaelli nel corso di un colloquio telefonico avvenuto questa mattina con il presidente Mario Macalli che continua a rappresentare, con il Coni provinciale, il referente fiduciario del Comune di Terni fino ad una eventuale soluzione della vertenza. Successivamente il Sindaco si è incontrato con il Presidente del Coni provinciale Massimo Carignani che ha assunto il compito di assolvere, unitamente al Coordinamento dei Clubs della Ternana, le funzioni di accoglienza e custodia dello stadio secondo lo schema già adottato due settimane fa.



11/10/2006 ore 15:20
Torna su