15/08/2020 ore 13:22
Consorzio di bonifica Tevere-Nera, con il finanziamento straordinario della Regione annullato il previsto aumento del canone
Grazie ad un finanziamento straordinario della Regione Umbria, il Consorzio di Bonificazione “Tevere-Nera” di Terni annullerà l’aumento del canone applicato per il 2006 e il 2007. La Giunta regionale, infatti, su proposta del vicepresidente e assessore all’agricoltura, Carlo Liviantoni, ha approvato un finanziamento di oltre 1 milione di euro a favore del Consorzio per gli interventi di straordinaria manutenzione effettuati in conseguenza delle alluvioni che colpirono l’area ternana nel novembre del 2005. “Il finanziamento deliberato dalla Giunta regionale – ha spiegato l’assessore Liviantoni – andrà a reintegrare le maggiori spese affrontate dal Consorzio ed è finalizzato all’annullamento degli aumenti di canone decisi per il 2006 e il 2007. A seguito di quelle spese impreviste il Consorzio si era trovato nella necessità di intervenire con i propri fondi di bilancio ordinario e, conseguentemente, di adottare la decisione di aumentare i canoni agli utenti. Tutto ciò aveva provocato una situazione di forte disagio per i cittadini cui l’istituzione regionale ha ritenuto di dover dare una risposta, in considerazione anche del fatto che interventi come quelli resisi necessari a causa delle calamità del 2005 non possono essere affrontati con gli strumenti finanziari ordinari dei Consorzi. Per quanto riguarda l’anno in corso – ha detto Liviantoni - gli aumenti già iscritti nei ruoli e pagati dai cittadini saranno rimborsati, mentre non saranno affatto applicati nel prossimo anno”. A proposito della nuova legge regionale che regolerà l’attività dei Consorzi di Bonifica, l’assessore Liviantoni ha spiegato che entro breve tempo comincerà a produrre i suoi effetti: “E’ stato approvato il relativo attuativo ed entro il 26 ottobre i Consorzi stessi dovranno adeguare i relativi statuti. Dopo di ciò – ha concluso l’assessore - inizierà l’ampio e approfondito iter partecipativo, che coinvolgerà Comuni e Province, per la l’elaborazione dei nuovi piani di Piani di Bonifica in cui saranno ridefiniti i territori beneficiari, in relazione al quadro dei rischi idrogeologici ed idraulici, ed i soggetti titolari dei relativi interventi”. Il finanziamento deciso dalla Giunta regionale è inserito nel Piano di sviluppo rurale 2000-2006 e andrà ad integrare quanto speso dal Consorzio “Tevere -Nera” per una seri di interventi post-alluvione del 2005 nei territori dei Comuni di Terni, Montecastrilli, Todi, Stroncone, Narni, Mointegfranco, Arrone, Acquasparta, Montecchio, Sangemini, Baschi, Lugnano in Teverina, Otricoli, Spoleto e Todi.
28/9/2006 ore 11:15
Torna su