23/01/2020 ore 07:29
Amelia: delegazione del Comune in trasferta a Roma, al Ministero dei Beni Culturali per sollecitare interventi sulle mura crollate
A Roma per chiedere aiuto. Una delegazione dell’amministrazione comunale di Amelia, formata dal sindaco Sensini e dagli assessori Dionisi e Varazi, si appresta a compiere questa sorta di “pellegrinaggio” verso la capitale, per parlare della ricostruzione delle mura poligonali crollate lo scorso 18 gennaio, con il sottosegretario Daniela Mazzonis del Ministero dei Beni Culturali. L’incontro è in programma per martedì 3 ottobre, una settimana dopo si riunirà la speciale Commissione formatasi all’indomani del crollo delle mura e formata da tecnici regionali e comunali, che dovrà anche prendere in esame il nuovo progetto redatto dopo il “botto” di quel tragico mattino di pioggia e freddo. Quello di martedì prossimo rappresenta il primo incontro ufficiale del Comune di Amelia con il nuovo Governo Prodi e potrebbe essere il punto di partenza per l'apertura di una speciale corsia privilegiata che porti ad Amelia quei finanziamenti che servono per riqualificare uno dei monumenti più apprezzati e studiati della penisola e dell’intero continente. Da questo incontro la gente di Amelia si aspetta molto, anche perché a distanza di otto mesi dal crollo le istituzioni poco hanno fatto dal punto di vista delle iniziative relative al recupero dell’importante monumento. Non si hanno ancora certezze sul futuro delle mura poligonali e non c’è ancora una legge speciale per la città o un finanziamento in corso. Solo Rocco Bottiglione, che nel precedente Governo ricopriva il ruolo ora affidato a Rutelli, si impegnò facendo pervenire una somma alla Soprintendenza dell’Umbria per coprire le prime spese.
29/9/2006 ore 11:33
Torna su