18/10/2019 ore 06:25
Alviano Scalo: il consigliere provinciale Alfredo Santi si schiera contro il Comune che per fare cassa ricorre all'autovelox
“L’installazione di autovelox deve prevenire possibili incidenti e non aumentare le entrate del Comune”. Questo il concetto che intende ribadire con forza il Consigliere provinciale dell’Udc Alfredo Santi attraverso un’interrogazione in cui critica la richiesta rivolta dal Comune di Alviano agli uffici provinciali per installare una postazione fissa di autovelox lungo la provinciale “Teverina” e fuori dal centro abitato di Alviano Scalo, in sostituzione del servizio che saltuariamente viene svolto dal vigile urbano con autovelox installato sull’autovettura di servizio. “Su questa strada, tra Alviano Scalo ed il bivio di Baschi-Montecchio -fa notare Santi- la Provincia alcuni anni fa fissò un limite di velocità a 60 km orari. Tale limite viene giustificato dal fatto che la strada non ha le caratteristiche di sicurezza. A distanza di tanti anni il problema non è stato ancora risolto, ora, però, non è giusto che a pagarne le conseguenze siano i cittadini che in buona fede potranno cadere nelle rilevazioni quotidiane. E’ evidente che fuori da un centro abitato e lungo una strada provinciale è facile superare i 60 km orari. Poiché nel tratto interessato è stato ripristinato il manto stradale si chiede di riportare il limite a 90 km/h”. Sottolineando che all’interno del territorio comunale di Alviano esistono tanti punti critici, Santi afferma di non comprendere come si possa aumentare la sicurezza facendo un servizio continuo solo in quel punto e chiede che “prevalga la ragione e non si penalizzino i pendolari che ogni giorno si recano alla stazione di Alviano”. L’esponente dell’Udc chiede di conoscere il parere del Presidente della Provincia di Terni invitandolo ad adottare i necessari provvedimenti “per evitare l’uso iniquo di un mezzo (l’autovelox) -sostiene Santi- che dovrebbe solo servire a prevenire e rendere più sicuro il traffico stradale”.
“L’Amministrazione provinciale – ha affermato la Vice Presidente della Provincia con delega alla Viabilità, Loriana Stella – non ha competenza in materia di istallazioni di autovelox, pertanto può solo recepire la segnalazione e porre in essere le azioni di sensibilizzazione che sono in suo potere. Per quanto riguarda i limiti di velocità si stanno valutando alcune soluzioni tra le quali quella di installare un semaforo intelligente”.

12/10/2006 ore 11:30
Torna su