20/11/2019 ore 07:46
Entro la fine di luglio verrà inaugurato il nuovo svincolo che dalla E/45 si immette sul raccordo Terni-Orte
Summit in Provincia nei giorni scorsi tra Istituzioni ed Anas per fare il punto della situazione in ordine ai lavori che la stessa Azienda sta effettuando in corrispondenza dello svincolo tra la E45 ed il raccordo Terni-Orte, che interessano in particolare, oltre al notevole volume di traffico generale, i territori comunali di Terni, Narni e San Gemini. Presenti all’incontro, coordinato dal presidente della Provincia di Terni, Andrea Cavicchioli, l’assessore provinciale alla “Viabilità”, Loriana Stella, i sindaci di Narni e San Gemini, Stefano Bigaroni e Mauro Paci, gli assessori del Comune di Terni Alberto Pileri e Gianfranco Salvati, l’ingegnere capo del Compartimento Anas di Perugia, Fausto Brugiati, e tecnici delle amministrazioni interessate. I rappresentanti dell’Anas hanno confermato che il 28 luglio, dopo l’ultimazione dei lavori per la realizzazione della nuova rampa Perugia-Orte all’altezza delle ex-Fornaci Tacconi, verrà ripristinata la circolazione in direzione Orte ed eliminata la deviazione sulle ex-statali “3-Ter” e “79”. In tal modo verrà riportata alla normalità la situazione rispetto a tutto il traffico proveniente da Perugia e diretto verso il casello autostradale di Orte. Per quanto concerne i lavori relativi alla realizzazione del nuovo svincolo Orte-Perugia, che avranno inizio alla fine di agosto e dureranno circa 6 mesi, si è convenuto di deviare il traffico proveniente da Orte verso Terni-Ovest, ove attraverso le rampe dell’attuale svincolo, verrà convogliato il traffico in direzione Perugia. Come itinerario alternativo al traffico verso Perugia-Cesena verrà indicato quello della ex-statale “Flaminia” in direzione Spoleto-Foligno. Non appena terminati i lavori si effettuerà un sopralluogo alla presenza del dirigente del servizio “Viabilità” della Provincia di Terni, ing.Giovanni Medori, e di tecnici dell’Anas per concordare i lavori necessari al ripristino dei tratti delle ex-statali “3-Ter” e “79” interessati dalla deviazione. Le decisioni adottate saranno sottoposte ad una verifica all’esito della gestione del traffico e dei riscontri che verranno effettuati.



24/7/2006 ore 14:15
Torna su