18/11/2019 ore 07:40
Narni: bambini del popolo Saharawi ospiti in città fino al 23 luglio grazie a una iniziativa dell'istituto "Beata Lucia"
Faranno il giro dei maggiori centri del ternano e da alcuni giorni sono ospiti del “Beata Lucia” di Narni. Si tratta di dieci bambini provenienti dallo Sharawi, una popolazione che appartiene al complesso delle tribù organizzate da secoli in modo autonomo, con forme proprie di lingua, cultura e organizzazione sociale, nomadi fino a tempi recenti. Prima dell'arrivo degli spagnoli le tribù erano numerose federano riunite in una confederazione. Verso la fine del periodo coloniale, il popolo Saharawi appariva già largamente sedentarizzato e urbanizzato, ma sempre attaccato alle proprie tradizioni. Dunque per questi bambini scoprire il mondo occidentale è un fatto inedito e importante. Il gruppo Saharawi rimarrà a Narni fino al 23 luglio e in queste giornate prenderà parte alle varie manifestazioni organizzate in città. “L’iniziativa – è scritto in un comunicato diffuso dall’istituto ‘Beata Lucia’ -, è realizzata insieme a vari comuni della Sabina e all’Arciragazzi di Terni, ed è finalizzata a portare la nostra solidarietà a quel popolo, che allontanato dalla propria terra, a causa di dispute internazionali, non riesce ancora a ritrovare la propria identità territoriale. La stessa si inquadra fra le nuove attività che l’Istituto Beata Lucia intende svolgere a sostegno dell’infanzia in stato di sofferenza. Durante il loro soggiorno i bambini saharawi conosceranno la città e si recederanno al mare, alla Cascata delle Marmore e a Piediluco”.
19/7/2006 ore 11:42
Torna su