20/11/2019 ore 08:36
Terni: la polizia sorprende 4 cinesi mentre rubano dentro a un appartamento nella zona di Gabelletta, arrestati e processati per direttissima
Adesso i cinesi si mettono anche a rubare. Evidentemente la comunità dei "gialli" nel nostro Paese ha raggiunto livelli ragguardevoli e non bastano più a questi immigrati le "professioni" consuete alle quali i cinesi ci hanno abituato da alcuni anni a questa parte. Ecco, allora, che qualcuno di loro deve aver pensato che accanto alla figura del cinese tradizionale che in strada ti offre l'acquisto di cianfrusaglie o a quella della donnina che in spiaggia ti propone un'ora di massaggi al costo di 15 euro, si poteva anche inserire la figura del "ladro". Ma l'esperimento ternano dei 4 cinesi che hanno pensato di imitare la mitica "banda degli onesti", messa su in un memorbaile film di Camillo Mastrocinque da Totò, è fallito miseramente. I quattro sono stati sorpresi all'interno dell'appartamento dove stavano rubando dagli agenti della squadra volante e così sono stai colti con le mani nel sacco, arrestati e condannati stamattina per direttissima. a due anni e quattro mesi di reclusione, senza i benefici di legge. L'episodio del furto, con relativo arresto, era accaduto ieri ieri pomeriggio nella zona di Gabelletta. I quattro cinesi, due clandestini diciottenni e altri due di 20 e 21 anni in regola con il permesso di soggiorno, dopo avere forzato la tapparella di una finestra di una abitazione nel popoloso quartiere periferico del capoluogo, sono penetrati all'interno mentre pare che altri complici li attendessero all'esterno. Ed ai complici avrebbero fatto in tempo a consegnare circa 3.000 euro e alcuni preziosi rubati nell'appartamento. Durante il furto, però, qualcuno ha notato dei movimenti sospetti ed ha telefonato al 113, così una pattuglia della squadra volante è immediatamente giunta sul posto, e gli agenti hanno beccato dentro all'abitazione i quattro cinesi che sono stati arrestati.
18/7/2006 ore 19:35
Torna su