15/11/2019 ore 08:12
Narni Scalo: gatti randagi nel cimitero comunale, il Comune scarica la colpa sull'Asit ma dall'azienda respingono ogni responsabilità
E’ allarme gatti dentro al cimitero comunale di Narni. Una vera e propria colonia felina si è stabilita da tempo all’interno del luogo di culto e quel che è peggio è che c’è gente che porta del cibo a questi animali alimentando in tal senso il proliferarsi della colonia. I gatti stanno lì da qualche tempo ma fino ad ora nessuno si è preso la briga di allontanarli. Dal Comune le responsabilità vengono dirottate verso l’Asit, l’azienda che in forza di una convenzione si occupa della pulizia del cimitero e della gestione dei loculi. “Non spetta a noi intervenire – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Enzo Proietti Grilli – ma agli operatori dell’Asit che hanno in gestione gli spazi cimiteriali”. Uno scarica barile in verità poco gradito dall’azienda consortile che in qualche modo rilancia al mittente questa sorta di accusa. “Abbiamo accertato la presenza di una colonia felina all’interno del cimitero – spiega l’ingegner Carlo Barbanera dell’Asit – ma da quanto ci hanno detto i nostri operatori, i gatti non avrebbero ricavato la loro tana in mezzo alle tombe, bensì in una casa diroccata che si trova all’esterno. E’ ovvio che per questi animali entrare ed uscire dal cimitero può essere cosa facile e capisco l’indignazione dei cittadini che hanno notato questi animali aggirarsi tra le tombe. Mi risulta anche che c’è gente che porta da mangiare a questi gatti, cosa che non aiuta certamente a risolvere il problema. Le nostre responsabilità riguardo questo problema sono molto limitate e quanto prima faremo una ispezione congiunta con i tecnici comunali per capire il tipo di intervento che dovrà essere fatto per allontanare i gatti dal cimitero e per chiarire a chi spetta questo compito. Per parte nostra abbiamo già provveduto ad informare i volontari dell’Enpa i quali vedranno se sarà possibile spostare altrove i felini. Non è escluso tuttavia – avverte Barbanera - che prossimamente non venga attivato il servizio veterinario della Asl affinché il problema venga risolto in modo radicale”. Quello dei gatti non è tuttavia l’unico problema del cimitero comunale. I cittadini si lamentano per il cattivo stato di manutenzione in cui versa complessivamente la struttura e le lamentele sono ormai all’ordine del giorno. “C’è erba alta ovunque – spiega una signora di Narni che va tutti i giorni a trovare il proprio marito al cimitero -, nelle strade di accesso e nei vialetti interni, poi ci sono i fiori lasciati a marcire dentro ai vasi delle tombe e nei contenitori metallici che vengono usati per la raccolta dei rifiuti; con questo caldo basta poco a far appassire i fiori ed a farli marcire, cosa questa che provoca la diffusione di cattivi odori per tutto il cimitero. Ma anche le fontanelle sono rotte e molte delle scale che servono per raggiungere le tombe più alte sono inservibili. Noi più che protestare con gli operatori che troviamo in giro per i viali del cimitero non possiamo fare. Anzi, a dire la verità io sono anche andata a lamentare in Comune ma mi è stato risposto che loro non c’entrano niente e che l’appalto delle pulizie e della manutenzione è stato affidato a una ditta privata”. Dall’Asit l’ingegner Barbanera prende nota dei problemi e assicura “interventi tempestivi”.
26/6/2006 ore 5:13
Torna su