28/11/2020 ore 15:28
Terni: venerdi 28 aprile verrà inaugurato il nuovo tratto della strada dei quartieri che collega via Bramante con via Romagna
Venerdì 28 aprile alle ore 11 verrà inaugurata la strada di collegamento Via Bramante, Voc. Rosaro, Via Romagna. Interverranno Paolo Raffaelli, Sindaco di Terni, Giuseppe Mascio, Ass. Infrastrutture e Trasporti Regione Umbria, Andrea Cavicchioli, Presidente della Provincia di Terni, Alberto Pileri, Ass. Lavori Pubblici Comune di Terni, Tomasino Salvatori, R.F.I. di Ancona, Andrea Maurelli, Pres. V Circ. Valserra e Mario Proietti, Pres. I Circ. Tacito. L'importo complessivo dell'opera di € 4.222.000,00 è stato finanziato dall’Amministrazione Comunale di Terni tramite mutuo della Cassa DD.PP. e B.O.C.. La Regione Umbria ha contribuito con un cofinanziamento di € 200.000,00 e la R.F.I. S.p.A. di Ancona ha concesso un contributo di € 120.000,00 per la soppressione di n. 2 passaggi a livello sulla linea Terni-Sulmona. Il tratto di strada realizzato, che congiunge via Piemonte con via Romagna, è parte della Variante Nord di collegamento tra lo svincolo di Ponte Le Cave e l'insediamento industriale ex Soc. Terni. Con il successivo proseguimento fino a via Breda ed il completamento della strada dei quartieri su viale Brin, sarà completato l'anello di circonvallazione della città. Il tratto di strada, della lunghezza di circa ml. 740, è a due corsie e doppio senso di marcia. Ha una sezione di ml. 15, comprensiva di marciapiedi e pista ciclo-pedonale. Il sottovia ferroviario ha comportato la realizzazione di: - Scatolare (Monolite) in cls. Armato, della larghezza di ml. 14,85, della lunghezza di ml. 21,79, per un'altezza di ml. 8,10, del peso di 3200 tonnellate, infisso a spinta sotto la sede ferroviaria con dispositivo oleodinamico, previa realizzazione di adeguata struttura provvisoria di sostegno del binario che ha consentito il normale esercizio ferroviario durante la fase di spinta. Il Monolite è stato progettato e realizzato al fine di ospitare il raddoppio ferroviario della linea Orte-Falconara. - Muri di sostegno e palificate; - Impalcato ferroviario e stradale. L'opera è completa di sistemazione a circolazione rotatoria sull'incrocio a raso di via Romagna, di sistemazione delle aree a verde, con la messa a dimora di n. 385 piante e arbusti (compresi gli impianti di irrigazione automatici per le aiuole), di asfaltature, di impianto di pubblica illuminazione, di segnaletica orizzontale. In particolare l'illuminazione del sottovia, adeguata alla nuova normativa UNI 11095/2003 e CIE 88/2004 che prevede più lux in galleria, è dotata di n. 50 proiettori a distribuzione simmetrica, con lampade al sodio alta pressione da 100-250-400W. Nel sottovia è stato realizzato un vano con impianto di sollevamento per acque piovane, costituito da tre elettropompe.

24/4/2006 ore 11:32
Torna su