28/11/2020 ore 14:51
Bicintreno: dalle Ferrovie dello Stato la proposta nel giorno di Pasquetta di portare bici gratis sui treni del trasporto regionale
Lunedì di Pasqua, 17 aprile, bici gratis su tutti i treni regionali e interregionali di Trenitalia che effettuano il servizio di trasporto bici al seguito. Una iniziativa promossa da Trenitalia e Federazione Italiana Amici della Bicicletta (Fiab) per sostenere il trasporto integrato bici + treno, promuovere la mobilità eco-sostenibile e sensibilizzare sui temi della sicurezza stradale, proprio in un giorno “di punta” del traffico stradale e autostradale. Basta individuare la località di destinazione e il proprio treno sull'orario ufficiale, o sul sito www.trenitalia.com, scegliendo tra i numerosi collegamenti contraddistinti con il simbolo della bici e acquistare poi soltanto il biglietto per il viaggiatore. Il trasporto gratuito della bici al seguito è consentito anche agli abbonati. In Umbria, ad esempio, che vede la sua cifra peculiare nella natura incontaminata delle sue valli, lunedì 17 aprile a bordo del treno con la bici al seguito si potrà girare per i parchi della regione: scendere alla stazione di Foligno per l’escursione in quello di Colfiorito, a Fossato di Vico, Nocera Umbra e Valtopina per apprezzare le bellezze del parco di Monte Cucco, a Spello ed Assisi per ripercorrere in bici i sentieri francescani del parco del Monte Subasio, o scegliere una delle stazioni che l’abbracciano (Castiglion del Lago, Terontola, Tuoro, Magione e Passignano) per apprezzare il fascino del parco del Lago Trasimeno e del fiume Tevere (Alviano ed Orvieto). Per informazioni sull'iniziativa: www.trenitalia.com e Fiab (tel. 041/921515) www.fiab-onlus.it Treno e bici costituiscono il connubio perfetto per chi allo stress delle lunghe code in auto preferisce lo scorrere del paesaggio da un finestrino prima e dopo una giornata di sport e di contatto diretto con la natura. Due ruote e rotaia si integrano infatti perfettamente tra loro, creando una modalità di trasporto a dimensione umana che consente di coniugare la praticità della bici con le possibilità di spostamento veloce e sicuro del treno. Un connubio vincente e sempre più apprezzato visto che sono circa 50.000 gli italiani che ogni anno scelgono questa combinazione per trascorrere le proprie vacanze, i weekend fuori porta e fare piccole gite in compagnia. Per sostenere questa modalità di trasporto, in continua crescita, Trenitalia e la Fiab hanno elaborato l’opuscolo “treno + bici, perché”, un manuale d’istruzioni che fa conoscere le opportunità offerte a chi vuole viaggiare in treno, contiene l’elenco dei treni internazionali attrezzati per il trasporto di bici al seguito e fornisce una serie di suggerimenti logistici e pratici per utilizzare al meglio il servizio treno+bici. L’opuscolo sarà disponibile, dai prossimi giorni, presso le principali biglietterie e i centri di Assistenza di Trenitalia e verrà distribuito anche a cura della Fiab. La combinazione treno+bici è facile da realizzare. Con la bici al seguito infatti si può normalmente salire sull’80% dei treni regionali, quelli contrassegnati dall’apposito simbolo nell’orario ufficiale ad un prezzo di 3,50 euro indipendentemente dalla destinazione scelta. Oppure, per viaggi brevi, quando l’importo del biglietto è inferiore ai 3,50 euro, si può utilizzare per la bicicletta un semplice biglietto viaggiatore: come se la bici fosse un vero e proprio compagno di viaggio. Sui treni Intercity ed Eurostar, infine, è possibile trasportare le bici gratis in una sacca di dimensioni non superiori a cm. 80x110x40.





















15/4/2006 ore 11:23
Torna su