04/12/2020 ore 12:30
Narni: ancora irrisolta la situazione in via della Pigna dove frigoriferi e vecchie bombole continuano a rimanere accatastati davanti alle porte
Via della Pigna è ancora sommersa dai rifiuti. L’appello accorato dei numerosi cittadini che abitano in questo caratteristico angolo della città, situato peraltro a pochi passi dalla centralissima piazza Garibaldi, non è stato raccolto da nessuno ed il cumulo di rifiuti che giacciono da tempo nel punto in cui la strada forma una sorta di piazzetta, è addirittura aumentato. “Siamo indignati – si lamenta una signora le cui finestre si affacciano proprio sulla piazzetta – perché nonostante ognuno di noi abbia bussato a tutte le porte possibili, nessuno ci ha dato ascolto, con il risultato che quella montagna di rifiuti che dal mese di novembre si trova accatastata davanti alle porte delle nostre case, negli ultimi giorni è aumentata”. A preoccupare più di ogni altra cosa i cittadini di via della Pigna è la presenza di un numero considerevole di vecchie bombole del gas che il proprietario di un ristorante la cui porta di servizio si affaccia sulla piazzetta avrebbe sistemato lungo una parete. “Dentro a quelle bombole c’è ancora del gas – spiega preoccupato un altro signore che abita nella via -, mi dite voi cosa potrebbe accadere se a qualcuno venisse in mente di aprire i rubinetti e dare fuoco al gas? Per non parlare della malaugurata ipotesi che durante un temporale un fulmine possa colpire una delle bombole”. Ma ci sono anche altri rifiuti ingombranti e pericolosi, come vecchi frigoriferi, cucine economiche e poi scope, secchi e buste di plastica, tubi di gomma, scatoloni pieni di chissà cosa, sacchi dell’immondizia e altro materiale. L’Asit fece sapere che questo genere di interventi non rientra nelle proprie mansioni e che ad interessarsi del problema dovrebbero essere i vigili urbani. L’assessore all’Ambiente Gianni Di Mattia spiega che “in realtà i vigili hanno già compiuto dei sopralluoghi in via della Pigna ed hanno anche proceduto a verbalizzare al proprietario dei rifiuti abbandonati una intimazione a ripulire la zona ed a conferire in discarica quei rifiuti”, ma a distanza di qualche settimana il verbale non ha sortito effetti e i rifiuti sono ancora lì. “Il fatto è che tutta la città è sporca – commentano sempre più frequentemente i cittadini narnesi -, un po’ per colpa di gente maleducata che non vuol saperne di rispettare le regole imposte dalla raccolta differenziata, e un po’ per il modo di gestire il servizio da parte dell’Asit che è carente sotto molti punti di vista”.
20/4/2006 ore 5:41
Torna su