13/11/2019 ore 12:34
La trasferta in Giappone della delegazione narnese è stata un successo, il gruppo è stato accolto con tutti gli onori dalle autorità
Se fosse possibile ripartirebbero oggi stesso. La trasferta giapponese delle quattro ragazze narnesi con le relative insegnanti di danza medievale ha lasciato il segno in ognuna di loro e non poteva essere altrimenti dato il fscino e la suggestione che un'esperienza del genere sono in grado di regalare. Il gruppo faceva parte di una delegazione partita da Terni e diretta a Kobe in funzione di un gemellaggio che dura da una ventina di anni e nato intorno alla figura del Patrono comune San Valentino. La rappresentanza narnese è stata invitata per dare un tocco aggiuntivo alla trasferta, attraverso le numerose esibizioni insegnate dal gruppo all’interno del più grande centro commerciale della città nipponica. “Siamo state accolte con tutti gli onori dalla autorità locali – racconta con toni entusiastici Serenella De Arcangelis una delle insegnanti -, e persino la radio e la tv locale di Kobe ci hanno riservato degli spazi importanti invitandoci presso i loro studi dove attraverso la presenza di una interprete ci hanno intervistato”. La delegazione narnese non si è limitata a dare sfoggio della propria bravura nel campo della danza medioevale, ma nel paese del sol levante ha anche portato materiale pubblicitario utile a promuovere la città ed il territorio. “E’ vero – conferma la De Arcangelis -, il Comune ci aveva consegnato depliants e brochure relativi alle bellezze monumentali e artistiche di Narni e di ‘Narnia’ e noi abbiamo fatto del nostro meglio per distribuire questo materiale”. Per la cronaca ricordiamo che a partire alla volta di Kobe, oltre a Serenella De Arcangelis e Marina Franca, le due insegnanti, sono state le ragazze Marta Forbicioni, Letizia Sgrazzutti, Chiara Rossi e Silvia Ronci tutte appartenenti a gruppi coreografici dei terzieri Mezule e Fraporta.
7/3/2006 ore 10:55
Torna su