20/11/2019 ore 03:09
Terni: il 2 marzo prende il via la rassegna "In treno al Cinema"
Prende il via giovedì 2 marzo, presso la Biblioteca Comunale di Terni la rassegna cinematografica “In treno al Cinema: Industria, Società e Cultura in celluloide”. L’edizione 2006 del cineforum, frutto della collaborazione dell’Icsim con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Terni e con la Bct, intende indagare quello che è stato il rapporto tra cinema e treno. Nati negli stessi anni, l’uno mezzo di trasporto e l’altro di espressione, treno e cinema hanno avuto infatti innumerevoli e significative occasioni di incontro: in quanto entrambi frutto della rivoluzione industriale, destinati a modificare le società, le economie, gli stili di vita, le idee ma, anche e soprattutto, hanno rappresentato straordinari strumenti di evasione. Il programma che si protrarrà sino al mese di giugno è costituito da 18 film, ciascuno dei quali offre lo spunto per una riflessione su alcune delle più intriganti chiavi di lettura in cui il cinema ha declinato il proprio rapporto con il treno (thriller, guerre e rivoluzioni, il lavoro nelle ferrovie, il mondo visto dal treno, la comicità, il desiderio di fuga e speranza). Il primo appuntamento è per giovedì 2 marzo alle 16 nella sala videoconferenze bct con il film Usa del 1926 The General. Come vinsi la guerra. A seguire l’intervento di Gino Papuli, archeologo industriale.
Le sezioni della rassegna sono:
Treno in azione (“1855 La grande rapina al treno”; “Delitto per delitto”, “A trenta secondi dalla fine”);
“Sento il fischio del vapore”: la rivoluzione in treno (“America 1929: sterminateli senza pietà”; “Giù la testa”; “Shanghay Express”);
Un vagone di risate (“The general”; “Caffè express”; “Destinazione Piovarolo”);
Ferrovieri (“Il ferroviere”; “La stazione”; “Paul Mick e gli altri”);
Il mondo visto da un finestrino (“Treno popolare”, “Stazione Termini”, “Tickets”);
Tra fuga e speranza: il treno dei desideri (“Italiani”; “Train de vie”, “L’imperatore del nord”);
Inoltre, due proiezioni speciali: per ragazzi “Polar Express”; con riferimento al patrimonio industriale “El ultimo tren – L’ultimo treno”


28/2/2006 ore 13:02
Torna su