21/07/2019 ore 10:26
Narni: il vecchio cinema "Vittoria" presto verrà riaperto? Il progetto c'è ma si dovrà ancora aspettare parecchio prima che si possa concretizzare
Narni, città de “Le vie del cinema”, da più di venti anni paradossalmente non dispone più di una sala cinematografica. Da qualche anno, grazie all’impegno del sindaco Stefano Bigaroni, i narnesi possono assistere alla proiezione dei film di cartello dalle poltrone del teatro comunale che nei fine settimana si trasforma per l’appunto in sala cinematografica. Ma si tratta di un rimedio perché ogni qualvolta il teatro deve essere utilizzato per eventi, manifestazioni o spettacoli della stagione di prosa, è impossibile proiettare film. I narnesi hanno dunque preso l’abitudine di andare a Terni, dove di recente l’offerta si è addirittura moltiplicata. A gestire la proiezione dei film all’interno del teatro Manini è lo stesso proprietario della maggior parte delle sale ternane e questo ha fatto scattare la scintilla che ha rimesso in moto un vecchio progetto inseguito da anni dall’amministrazione comunale, quello di far ripartire il cinema Vittoria, la storica sala cittadina di proprietà della famiglia Leonori che più di venti anni fa abbandonò tutto arrendendosi alla profonda crisi del settore. Ci provarono i soci di una cooperativa a prendere in mano la situazione ma le uscite cominciarono ben presto a superare le entrate e arrivati ad un certo punto anche loro dovettero alzare bandiera bianca e ritirarsi. L’uscita di scena della cooperativa non fu però indolore. Tutt’altro. Nel breve periodo erano stati contratti dei debiti con le case di distribuzione che nessun imprenditore se l’è più sentita di ripianare per provare nuovamente a partire da zero. Ora, a quanto sembra, ci sarebbe l’impresa che gestisce la catena dei cinema che fanno capo al commendator Lucigli che avrebbe manifestato interesse a rilevare i locali dell’ex cinema Vittoria ed a creare una nuova struttura. “C’è stato solo un incontro tra la proprietà dell’immobile e l’imprenditore ternano – spiegano in Comune – il progetto è stato solo abbozzato. Ci vorrà del tempo per capire se esso potrà avere un seguito o se tutto rimarrà così come è da anni. Certo è che il Comune guarda con interesse a questa trattativa”. L’avvio sembra comunque promettente e dalla famiglia Leonori si dicono entusiasti di poter far ripartire l’attività, sia pure cedendo a terzi l’immobile. Impossibile, invece, conoscere il parere della controparte dal momento che Raffaele Federici, l’amministratore delle sale cinematografiche ternane, si trova in vacanza in Kenia e quindi non è stato possibile raggiungerlo telefonicamente. In città intanto la notizia di una eventuale riapertura del cinema Vittoria ha destato molto interesse. I più anziani si lasciano andare sull’onda dei ricordi di quando il cinema a Narni era una specie di istituzione e la sala era sempre piena, tanto che in tante occasioni c’erano persone che dovevano rimanere fuori perché non c’era più posto. Ognuno snocciola aneddoti e curiosità e fa un certo effetto sentir parlare di quanto nei primi anni del secolo scorso venivano proiettatti i primi film muti la cui colonna sonora veniva creata artigianalmente dal maestro Tirelli che suonava il piano e dal povero Paciaroni che oltre a fare il macchinista simulava anche suoni e rumori.
7/2/2006 ore 5:23
Torna su