28/10/2020 ore 00:08
Narni Scalo: migliora la situazione in via Tuderte dove la costante presenza dei vigili scoraggia gli automobilisti a parcheggiare in modo selvaggio
Via Tuderte sta cambiando volto. La linea dura imposta dall’amministrazione comunale nei confronti degli automobilisti indisciplinati e dei camionisti che non rispettano il divieto di transito, sembra cominci a dare i suoi frutti e da qualche giorno lungo la strada si verificano meno ingorghi del solito. I cittadini della frazione narnese tuttavia non se la sentono di cantar vittoria perché in passato altre volte avevano assistito a miglioramenti di questo tipo che però erano durati solo qualche giorno, poi tutto era tornato come sempre. “Per risolvere la situazione basta poco – dicono i cittadini di Narni Scalo – e lo stiamo vedendo in questi giorni. Se c’è un controllo continuo da parte dei vigili urbani lungo tutta via Tuderte, ben difficilmente possono verificarsi degli ingorghi. Ora si tratta di mantenere anche in futuro questi controlli e di non abbassare mai la guardia perché il problema del traffico pesante e dei parcheggi selvaggi si ripresenterebbe immediatamente”. Le nuove disposizioni, volute in modo forte dall’assessore alla Viabilità Enzo Proietti Grilli, stabiliscono che ad affiancare il “canarino” che da mattina a sera vigila su via Tuderte, ci sia una pattuglia di vigili pronta ad intervenire non appena qualche automobilista si accosti ai lati del marciapiede. “La pattuglia sorveglia di continuo le zone ‘calde’ di Narni Scalo – rivela Proietti Grilli – e percorre di continuo via della Stazione, via Tuderte e via del Parco. Durante questo giro i vigili hanno l’obbligo di fare prevenzione, invitando eventuali automobilisti indisciplinati a rimuovere l’auto dai punti vietati ed a controllare tutti i mezzi pesanti che dovessero essere intercettati lungo il centro abitato di Narni Scalo”. La situazione sembra dunque essere migliorata tanto che anche nei punti critici, tipo quello di fronte a piazzale Petri, ultimamente è meno frequente trovare automobili parcheggiate accanto al marciapiede. “Abbiamo chiesto in questo senso anche la collaborazione dei commercianti”, ha detto l’assessore “alla fine è loro interesse far capire ai clienti che rischiare di pagare una multa per lasciare l’auto in divieto di sosta, è controproducente”. L’assessore l’ha definita una “battaglia contro l’inciviltà” ed è convinto che alla lunga le disposizioni introdotte daranno dei risultati importanti che permetteranno di riportare un pò ordine lungo la strada più trafficata di Narni Scalo, e di migliorare anche la qualità dell’aria che i cittadini che abitano nella popolosa frazione sono costretti a respirare.
L’intervento
A venire incontro all’azione repressiva esercitata dal Comune nei confronti degli automobilisti che parcheggiano la loro auto accanto ai marciapiedi di via Tuderte, ci sono delle precise norme del Codice della Strada. A ricordarlo è Piero Fiordi, Comandante della Polizia Municipale di Narni fino a qualche tempo fa. “Il Comune – spiega Fiordi - può stabilire con una ordinanza che su determinate strade la sosta dei veicoli è vietata e costituisce pericolo ed intralcio alla circolazione. Con l'apposizione del segnale di divieto integrato dal pannello aggiuntivo indicante la rimozione, si può rimuovere il veicolo e bloccarlo addirittura con le ganasce così come previsto dal Codice della Strada, e questo costituirebbe di sicuro un forte deterrente. Nel caso specifico di via Tuderte ricorrono tutte le condizioni previste dal codice, in quanto la carreggiata è molto ridotta e la sosta costituisce un doppio pericolo, in primo luogo perchè limita la visibilità dei pedoni in attraversamento e poi perché i conducenti per scendere dalle loro autovetture sono costretti ad aprire a portiera verso la corrente di traffico”. Insomma stando così le cose basterebbe davvero poco far rispettare le regole, a patto che qualcuno si metta in testa di applicarle installando l’opportuna segnaletica.
8/2/2006 ore 5:10
Torna su