28/10/2020 ore 03:29
Il comando provinciale dei carabinieri domenica 5 febbraio consegna il "Premio solidarietà", tra i prescelti anche il maresciallo Guglielmo Apuzzo
Quattro carabinieri, tre marescialli comandanti delle rispettive stazioni e un appuntato, tutti facenti parte del comando provinciale di Terni, riceveranno domenica 5 febbraio, nel corso di una cerimonia, il ''Premio solidarietà'', istituito da ormai 25 anni dalla sezione di Terni dalla Associazione nazionale carabinieri. Tra i premiati ci sarà anche il maresciallo Guglielmo Apuzzo, comandante della stazione di Narni Scalo. Egli, come si ricorderà, il 3 ottobre dello scorso anno, compì un gesto eroico prodigandosi per salvare una ragazza che era caduta in un burrone con la sua macchina. Il maresciallo era intervenuto per un incidente stradale lungo la statale Amerina nei pressi di Cigliano, pioveva e una utilitaria sbandando era precipitata nel burrone sottostante. Nessuno si era accorto di niente ed era stata la stessa conducente finita fuori strada a chiamare i soccorsi ed a riferire ai carabinieri di essere finita in fondo ad una scarpata e che dalla sua posizione non riusciva a vedere la strada perché la fitta vegetazione glielo impediva. Apuzzo era arrivato sul luogo dell’incidente insieme ad altri due carabinieri ed aveva cominciato a chiamare ad alta voce la ragazza per capire il punto esatto di dove essa si trovasse. Poi aveva cominciato a discendere verso il burrone per dare soccorso alla giovane. 'Egli non esitava – si legge nella motivazione riportata dall’Arma nell’encomio -, nonostante le avverse condizioni atmosferiche, a scendere in una ripida scarpata per prestare soccorso ad una ragazza che era rimasta ferita e colta da una crisi di panico''. Per il maresciallo Apuzzo si tratta di un'ulteriore soddisfazione che arriva a pochi giorni dalla felicità provata per la nascita di sua figlia Maria Gioia, venuta alla luce il 2 febbraio.
4/2/2006 ore 17:15
Torna su