15/07/2020 ore 14:17
La città ancora alla ribalta grazie agli echi suscitati dall'evento legato alla pubblicazione del film "Le cronache di Narnia"
Narni e Narnia ancora alla ribalta. I media nazionali continuano ad interessarsi dell’evento e la città se ne giova grazie alla diffusione di numerosi servizi. L’ultimo è stato quello andato in onda sulla trasmissione di Rai 1 "A sua immagine" imperniata sulla scoperta dello scrittore C. S. Lewis in Italia, ignorato da tutti per più di mezzo secolo. “Infatti – spiega Giuseppe Fortunati uno dei promotori del progetto legato a ‘Narnia’ - mentre lo scrittore inglese è da sempre conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo, in Italia solo dopo il recente film c'è stata la sua riscoperta, sebbene già dagli anni ’80 la Mondatori avesse iniziato a pubblicare molte delle sue opere”. Nella trasmissione di Rai 1 sono stati anche intervistati i più grandi esperti italiani di Lewis, e tra questi lo stesso Fortunati. “Sono stati approfonditi temi importanti – spiega l’ingegnere narnese – ed è stata colta l’occasione per illustrare i concetti morali che scaturiscono dalle più famose fiabe del mondo a partire da Pinocchio e Cenerentola per arrivare alle favole di Narnia. Ma per la nostra città – continua Fortunati – è stata anche l’occasione di promuovere l’aspetto turistico, infatti sono stati fatti vedere molti angoli caratteristici di Narni. Sono stati creati per l’occasione due set televisivi che hanno visto la partecipazione di numerosi studenti delle scuole narnesi che da tempo si stanno interessando delle ‘Cronache di Narnia’. Sono stati inoltre coinvolti i ragazzi che hanno realizzato una serie di disegni che avevano realizzato un puzzle relativo alle favole di Narnia insieme ad altre scuole di New York e Los Angeles.
28/1/2006 ore 12:30
Torna su