21/07/2019 ore 04:44
Importanti investimenti dell'amministrazione provinciale di Terni per migliorare scuole e strade
La Giunta provinciale di Terni ha approvato di recente i progetti esecutivi di alcuni interventi per la cui realizzazione è stato preventivato un investimento complessivo di oltre 2 milioni di euro. Con 1 mil e 87 mila € verranno realizzate all’interno del Liceo Classico “G.C.Tacito” di Terni opere di adeguamento alle normative antincendio e verranno eliminate le barriere architettoniche. In particolare verranno costruite due scale di sicurezza, di cui una interna e l’altra esterna, si procederà all’adeguamento dei locali archivio e biblioteca, dei servizi igienici e si realizzeranno diverse opere murarie per la costruzione di un serbatoio nel cortile interno e per l’eliminazione di infiltrazioni di acqua nell’atrio esterno alla scuola, insieme ad altre opere che consentiranno di migliorare la sicurezza dell’Istituto. L’altro investimento, pari ad 1 mil e 59 mila € sarà utilizzato per rendere più sicure le nostre strade. Si procederà, infatti, alla sistemazione-sostituzione e installazione di barriere di sicurezza lungo tratti delle provinciali n°19 “Collescipolana” (91 mila €), n°1 “Tuderte-Narnese” (59 mila €), n°66 “Collebertone” (41 mila €), n°22 “Carsulana” (283 mila €), n°46 “di Tordimonte” (91 mila €), ad interventi di consolidamento di alcune scarpate lungo la provinciale n°4 “Arronese” (121 mila €), n°63 “dei Prati di Stroncone” (127.400 €), alla bitumatura di un tratto della n°86 “Porchiano del Monte-Attigliano” (60 mila €) ed alla manutenzione straordinaria del ponte sull’Arverino lungo la provinciale n°17 “Calvese” (186 mila €).
“Si sta procedendo nella politica d’investimento nel settore dei lavori pubblici - sottolineano il Presidente della Provincia di Terni, Andrea Cavicchioli, e la Vice Presidente ed Assessore alla “Viabilità” e all’“Edilizia”, Loriana Stella - con particolare riferimento alle scuole ed alle strade, che questa Amministrazione ha posto come elementi essenziali d’intervento e come sforzo tangibile ed oggettivo di riqualificazione della spesa a favore di settori con forte impatto per l’utenza”.
11/1/2006 ore 15:40
Torna su