21/11/2018 ore 20:56
Terni: il neurochirurgo Carletti lascia il "santa Maria" per approdare in una clinica privata di Firenze
È ufficiale, dal primo luglio il dottor Sandro Carletti lascia la direzione del dipartimento di Neuroscienze e della struttura di Neurochirurgia dell’Azienda ospedaliera Santa Maria di Terni. Il celebre neurochirgro andrà a lavorare in un importante gruppo privato con cliniche accreditate in diverse regioni. In particolare il dott. Carletti andrà a dirigere la struttura di Neurochirurgia e di Terapia Intensiva Neurochirugica presso l'Ifca (Istituto Fiorentino di Cura e Assistenza), una scelta personale che non è tuttavia un abbandono radicale e che lascia in eredità a Terni una equipe di professionisti preparati e una struttura solida che resta un esempio di eccellenza della sanità pubblica a livello sia regionale sia nazionale. Il direttore generale Maurizio Dal Maso ringrazia il professionista a nome della direzione aziendale: “Prendiamo atto della scelta del dottor Carletti, un professionista a 360 gradi capace di riunire in sé competenze umane, mediche e manageriali con cui ha saputo raggiungere importanti e innovativi traguardi nel trattamento delle malattie del sistema nervoso centrale e periferico. Nell’augurargli un sincero in bocca al lupo, lo ringraziamo per aver fatto crescere la neurochirurgia di Terni e i professionisti che hanno lavorato con lui e per aver saputo costruire uno spirito di squadra che fa dell’integrazione e della collaborazione multidisciplinare i punti di forza del dipartimento di neuroscienze”. Della scuola del prof. Giulio Maira, il dott. Sandro Carletti ha consacrato l’ospedale di Terni quale centro di riferimento nazionale non soltanto per il trattamento mininvasivo delle patologie spinali ma, nell’ambito delle patologie oncologiche cerebrali, anche per la cosiddetta awake surgery o chirurgia a paziente sveglio eseguita con tecniche mininvasive integrate alla neuronavigazione. Ed è proprio per l’esecuzione standardizzata di queste innovative tecniche chirurgiche che l’ospedale di Terni è divenuto in questi ultimi anni un importante centro di formazione per neurochirurghi provenienti da tutta Italia e dall’estero. “Nel ringraziare la direzione aziendale, tutto il personale e il mio staff medico ed infermieristico – dice Carletti - per il supporto che mi hanno dato in questi anni e per la vicinanza dimostrata in questa mia non facile scelta professionale, auguro di cuore un buon lavoro a tutti i collaboratori con cui ho condiviso questi 24 anni di crescita e di successi professionali”. E dopo i sinceri ringraziamenti le rassicurazioni: “Il dottor Carletti continuerà a mantenere rapporti con l’ospedale di Terni – annuncia il Dg Dal Maso – sia per operare i pazienti già inseriti in lista di attesa per interventi chirurgici programmati o per patologie ad alta complessità, sia per proseguire lo studio sulle cellule staminali per cui l’ospedale di Terni resta centro di riferimento nazionale. La direzione aziendale ha già individuato il suo facente funzione: è il dottor Carlo Conti che, in continuità con l’attività finora svolta, guiderà la Neurochirurgia di Terni in attesa che vengano avviate ed espletate le procedure di concorso per la nomina di un nuovo direttore”.
(Nella foto, il dottor Carletti mentre stringe la mano al dg Maurizio Dal Maso, nel momento del commiato)
27/6/2018 ore 12:45
Torna su