24/06/2018 ore 22:26
Terni: si finge presidente di una Proloco per truffare alcuni ristoratori, denunciato un 33enne
Una truffa è stata scoperta dai carabinieri della stazione di Piediluco. Protagonista un 33enne reatino che è stato denunciato. L’uomo, secondo quanto riferito dall'Arma, fingendosi il presidente della Pro Loco di Viterbo, avrebbe truffato quattro ristoratori della zona compresa tra Marmore e Piediluco. Con la scusa di sponsorizzare l’organizzazione di un inesistente raduno di Fiat 500, il reatino si sarebbe fatto consegnare la somma complessiva di 450 euro, proponendo la vendita di spazi pubblicitari su dei volantini che sarebbero stati stampati per pubblicizzare l'evento. Il “Presidente” rilasciava persino una ricevuta, che staccava da un’apposita matrice sulla quale chiedeva anche di apporre il timbro dell’esercizio commerciale frodato, per rassicurare il donatore della serietà e della bontà dell’iniziativa. L’uomo non aveva messo in conto, però, che utilizzare la partita Iva di uno dei ristoranti truffati non era proprio una buona idea. E’ infatti grazie a questo particolare che una delle ristoratrici truffate si è messa in contatto con la collega, titolare della partita Iva indebitamente utilizzata per firmare la ricevuta di un’altra truffa messa a segno dall’uomo, ed, insieme, hanno capito l’inganno. Entrambe si sono messe in contatto con i carabinieri di Piediluco che, partendo da una serie di dettagli riferiti dalle vittime truffate, si sono messi in moto e sono riusciti a ricostruire in maniera dettagliata i movimenti e le ulteriori frodi commesse dall’uomo riuscendo ad identificarlo. Il 33enne è stato deferito in stato di libertà per truffa aggravata e continuata alla Procura della Repubblica ternana alla quale dovrà ora rendere conto degli inganni perpetrati.
1/6/2018 ore 11:18
Torna su