16/07/2018 ore 07:02
La Ternana ritrova la strada del successo, batte (2 a 1) la Cremonese e torna a sperare
Più che un "brodino" la vittoria della Ternana sulla Cremonese (giunta dopo più di due mesi di astinenza), vale quanto un "brodo" molto sostanzioso. I tre punti ridanno speranza dal punto di vista aritmetico, sebbene la classifica attuale è incompleta per via dei tanti recuperi che si debbono giocare, ma, soprattutto, danno coraggio alla truppa di De Canio. La Ternana che ha battuto i grigiorossi lombardi è stata una squadra "double face", dal momento che nel primo tempo ha gestito con relativa tranquillità la gara, riuscendo a portarsi sul 2 a 0, mentre nella ripresa ha avuto qualche sbandamento di troppo che ha fatto temere il peggio ai pochi spettatori presenti sugli spalti. A differenza di altre volte, però, le Fere ce l'hanno fatta ad arrivare al 90esimo con la vittoria in mano, chiudendo in vantaggio le ostilità. Il primo passo è stato fatto, ora bisogna concentrarsi sulle prossime due gare, entrambe in trasferta: a La Spezia, prima e ad AScoli, poi. Per dare un senso alla vittoria ottenuta contro la Cremonese è necessario fare altre unti. Il top sarebbe farne 6, ma anche 4 non sarebbero da buttare.
TERNANA: Sala; Vitiello, Rigione, Signorini, Favalli; Defendi, Paolucci (26’ st Zanon), Signori (25’ st Varone); Tremolada; Montalto (20’ st Albadoro), Piovaccari. A disp: Plizzari, Bordin, Angiulli, Capitani, Carretta, Repossi, Statella, Finotto. All. De Canio
CREMONESE: Ujkani; Cinaglia, Canini, Dos Santos, Renzetti; Cavion, Arini, Macek (11’ st Piccolo); Castrovilli (32’st Perrulli); Scappini, Scamacca (11’ st Brighenti). A disp: Ravaglia, D’Avino, Garcia Tena, Marconi, Procopio, Cinelli, Sbrissa, Gomez. All. Tesser
ARBITRO: Di Martino di Giulianova.
RETI: 6’ pt Montalto, 42’ pt Defendi, 22 ’st Cavion.
NOTE: Spettatori 2.435 (620 paganti, 1.835 abbonati). Ammoniti: Clayton (C), Piovaccari (T), Piccolo (C). Calci d’angolo 2-10.
3/3/2018 ore 18:35
Torna su