15/08/2018 ore 05:31
Terni: sabato 24 febbraio alla Bct presentazione di "Altrove" il nuovo libro di Patrizia Fortunati
Sarà presentato sabato 24 febbraio alle 10,30 presso la Bct (Biblioteca Comunale Terni) il romanzo “Altrove” di Patrizia Fortunati che esce per i tipi di ali&no editrice. Dialogano con l’autrice il giornalista Fabrizio Marcucci e Francesca Silvestri, direttore editoriale di ali&no editrice, con la partecipazione di Fabrizio Pacifici della Fondazione "Aiutiamoli a Vivere" Ong e le letture teatrali di Elisa Gabrielli e Susanna Vianello. In questo romanzo ritroviamo la scrittura evocativa, poetica e intensa dell’autrice di "Marmellata di prugne" - libro dedicato ai bambini di Chernobyl che ha commosso l’Italia nelle sue oltre 60 presentazioni in tre anni - che emoziona e fa riflettere sul senso della vita oltre la morte. La storia di “Altrove” è la storia di tutti. È l’emozione che coinvolge chiunque abbia perso una persona cara. “Altrove” racconta una speranza importante, quella di sapere che chi non è più in questa terra ancora è presente, è vicino a noi, ci guida e ci accompagna. E ci indica la strada. È una storia ricca di senso che mette di fronte alla consapevolezza di una vita da vivere fino in fondo, in modo autentico e sincero. “Altrove” è una storia che fa bene al cuore, fatta di incontri, segni e sospiri, di tenerezza e legami indissolubili anche quando sembra che tutto sia finito.
Dalla bandella di copertina
"C’è un tavolo bianco in fondo a un vicolo che muore nel lago. A quel tavolo siedono due donne delle quali una soltanto proietta la sua ombra a terra: è Giacinta, artigiana e intarsiatrice del legno, che ha ereditato un dono speciale dalle sue antenate. L’altra è Nennella, sua nonna. Giacinta e Nennella, alla luce di una lanterna che non si spegne mai, sedute a quel tavolo accolgono i loro ospiti, ascoltano i loro racconti, ricevono messaggi da consegnare a chi è rimasto. La storia delle donne che abitano la grande casa che si affaccia sul lago s’intreccia così con le storie di altre esistenze in una trama che, costruita con la precisione di un intarsio, pezzo dopo pezzo va a comporre un disegno delicato e ricco di senso".
21/2/2018 ore 2:25
Torna su