12/12/2017 ore 13:18
Avigliano Umbro: il Comune lancia lo spazio web “La Fabbrica del Cittadino”
Dialogare direttamente con il Comune grazie ad uno spazio web dedicato esclusivamente alle persone. E’ “La Fabbrica del Cittadino” che dal sito internet del Comune permetterà di segnalare in qualsiasi momento dal proprio dispositivo (pc, smartphone, tablet) un problema, una proposta o un reclamo, avendo a disposizione una gamma completa di strumenti per la massima definizione della propria istanza: testo, foto, geo-localizzazione. A darne notizia è l’amministrazione comunale che in una nota spiega anche le modalità di accesso al servizio. Per utilizzarlo occorre collegarsi alla piattaforma tramite il sito web del Comune di Avigliano Umbro e iscriversi alla “Fabbrica del Cittadino” o scaricare direttamente l'app “Fabbrica del Cittadino” dai dispositivi smartphone o tablet che utilizzano il sistema Android. A quel punto bisogna registrarsi per ottenere le proprie credenziali di accesso. Quando il cittadino inserirà un post, il Comune verrà avvisato e riceverà il contributo, dopodiché il sistema assegnerà un ticket univoco e la segnalazione del cittadino potrà essere monitorata in tutti i suoi stati di avanzamento. “Verrà data una risposta in tempi certi”, dicono gli assessori Roberto Pacifici e Daniele Gentili che hanno seguito il progetto e che sottolineano come “il Comune sarà ancora più vicino ai cittadini, soprattutto per chi utilizza la praticità della tecnologia e degli strumenti on-line. La comunicazione tra i cittadini e le istituzioni – dicono sempre i due assessori - è di fondamentale importanza per garantire trasparenza e partecipazione, ma non può avvenire attraverso le pagine non ufficiali dei social network. Siamo molto soddisfatti di aprire questo nuovo canale di comunicazione e partecipazione gratuito per il nostro ente e per il cittadino. L’intento – spiegano i due assessori - è quello di avvicinare ancor di più le persone alle istituzioni gettando le basi per un rapporto più diretto e proficuo. Occorre infatti riscoprire un nuovo senso civico che attinga dal passato ma utilizzi gli strumenti del presente. Oggi – aggiungono Pacifici e Gentili - si utilizzano i social anche per esprimere il proprio coinvolgimento alla vita politica e cittadina, spesso, però, vengono utilizzati in maniera impropria e frequentemente per diffondere notizie non vere, distorcendo la realtà delle cose. La “Fabbrica del Cittadino” vuole essere uno strumento diretto, immediato e al tempo stesso ufficiale del nostro Comune”, concludono i due amministratori ricordando che saranno mantenuti anche i classici mezzi tradizionali: telefono, ricevimento negli uffici, lettere e mail, “tanto efficaci anche se spesso dimenticati”.
2/12/2017 ore 12:52
Torna su