18/11/2017 ore 13:07
La Ternana "stecca" (0 a 0) anche contro il Carpi, le Fere restano penultime in classifica
Finisce con un inutile zero a zero la sfida del Liberati fra Ternana e Carpi. Rossoverdi ancora incapaci di vincere tra le mura amiche, sebbene al cospetto di un Carpi "catenacciaro" e decisamente scarso, e sempre più in caduta libera. Le Fere, con il punticino guadagnato, hanno riagganciato il Cesena a quota 12, ma continuano ad essere penultime in classifica. Il tecnico Pochesci a fine gara si è detto soddisfatto sia del punto che della prestazione offerta dai suoi. Molti tifosi, però, non la pensano allo stesso modo e danno una lettura diversa sia alla partita che alla situazione di classifica. Accontentarsi del fatto che la Ternana di quest'anno gioca meglio di quella della passata stagione ed è sempre all'attacco, non può effettivamente bastare a nascondere la drammaticità di una situazione che vede i rossoverdi in forte ritardo in classsifica e capaci di collezionare solo 12 punti in altrettante gare, 7 delle quali giocate al Liberati. E' opportuno ricordare che con un ruolino di marcia del genere non si va da nessuna parte. Anzi si. Si retrocede in Lega Pro. Urge un'immediata inversione di tendenza e serve che la squadra cominci a fare punti. Ma non con dei pareggi intervallati da sconfitte, bensì vincendo le partite.
TERNANA (: Bleve; Valjent, Gasparetto, Signorini (42' st Marino); Defendi, Paolucci, Angiulli, Favalli; Tremolada; Albadoro (13' st Montalto) (29' st Finotto), Carretta. A disp.: Sala, Zanon, Varone, Bordin, Franchini, Capitani, Candellone, Tiscione. All. Pochesci.
CARPI: Colombi; Sabbione, Poli, Ligi; Jelenic, Pachonik, M'Baje, Verna, Pasciuti (10' st Saric); N'Zola, Saber (26' st Carletti). A disp.: Serraiocco, Capela, Vitturini, Anastasio, Romano, Giorico, Manconi, Brosco, Yamga, Malcore. All. Calabro.
ARBITRO: Chiffi di Padova (Cecconi-Lanotte).
NOTE: Ammoniti Albadoro (T) e Sabbione (C), Angoli: 8 a 4 per la Ternana.
30/10/2017 ore 23:59
Torna su