12/12/2019 ore 03:37
La Ternana batte il Partizan Tirana giocando bene, Pochesci si arrabbia con i giornalisti e alza la voce in sala stampa
Bene la Ternana vista nell'amichevole di sabato sera contro il Partizan Tirana. il 3 a 1 finale in favore dei rossoverdi rispecchia i valori che si sono visti in campo. Fere decisamente più concentrate ed efficaci rispetto alla prova fornita un paio di settimane prima con il Trapani. Con i più giovani che si sono impegnati a fondo e gli "anziani" che non si sono risparmiati. Si sono viste, a tratti, anche delle buone trame di gioco. Segnali confortanti, insomma, che non sono sufficienti, tuttavia, a tranquillizzare i tifosi in vista dell'imminente inizio di campionato. Perchè si è visto anche contro la formazione albanese che la Ternana è piuttosto "leggera" in attacco e che anche negli altri reparti c'è necessità di rinforzi. Pensare di affrontare il lunghissimo campionato di B con questa rosa, potrebbe rivelarsi azzardato. Spetta alla società fare le opportune valutazioni e decidere di conseguenza.
POCHESCI ALZA LA VOCE IN SALA STAMPA
Nel dopo partita il tecnico rossoverde Sandro Pochesci si è presentato in sala stampa peri rispondere alle domande dei giornalisti presenti. L'allenatore romano , tra una risposta "tecnica" ed un'altra, non ha lesinato attacchi nei confronti di una parte dei tifosi e persino dei giornalisti. Pochesci ha definito "sapientoni", coloro che in queste settimane hanno criticato squadra e società ed ha chiesto di cambiare atteggiamento stando vicino alla squadra. Poi ha parlato dei "finti mercenari", riferendosi ad alcuni calciatori dei quali non ha fatto i nomi. Ad un certo punto gli è stato chiesto il perchè non fossero stati confermati alcuni giovani calciatori che la scorsa stagione avevano contribuito alla salvezza raggiunta in extremis dalle Fere. Il tecnico, probabilmente per far valere le proprie ragioni, si è inalberato ed ha alzato la voce in modo esagerato suscitando la disapprovazione dei giornalisti presenti che gli hanno fatto notare la cosa. "Sto a casa mia e alzo la voce quanto mi pare" è stata la risposta di Pochesci.
20/8/2017 ore 3:15
Torna su