09/12/2019 ore 06:48
Le Fere tornano al Liberati con un nuovo mister e nuovi giocatori, con il Cittadella servono i tre punti
C'è grande attesa per vedere all'opera la "nuova" Ternana targata Carmine Gautieri. Le Fere dopo, l'ultimo tormentatissimo periodo, durante il quale sono arrivati nuovi giocatori, si presenta al Liberati, dove riceverà la visita del Cittadella. Dopo quanto accaduto negli ultimi tempi la Ternana contro i lanciatissimi veneti è obbligata a vincere. Qualsiasi altro risultato non sarebbe utile alla causa. Nemmeno un pareggio che potrebbe allontanare ancora di più i rossoverdi dalla zona salvezza, ancora oggi raggiungibile nonostante tutto. Gautieri, che ha accettato l'incarico ben sapendo a cosa sarebbe andato incontro, alla vigilia del match con il Cittadella è stato chiaro: "Voglio una squadra alta - ha detto -, con grandissima intensità ed equilibrata". Ed ancora: "Non possiamo permetterci di perdere. Le partite sono ancora tante ma sicuramente non dobbiamo più lasciare punti per strada". Per quanto riguarda l'atteggiamento dei giocatori: "Capiterà di fare errori, ma io voglio gente che se sbaglia non si deve nascondere. Tutti devono avere il coraggio di tentare la giocata negli ultimi venti metri. La palla non deve mai scottare". Una curiosità: la squadra veneta, nonostante occupi quarto posto in classifica con 37 punti all'attivo, fino ad oggi ha perso ben 9 volte, una in meno delle Fedre. La differenza sta tutta nei pareggi: il Cittadella ne ha collezionato soltanto uno, la Ternana 8. ovviamente la differenza sta anche nelle vittorie: 11 quelle dei veneti, contro le 4 della Ternana. Il modulo adottato da Gautieri è diverso da quello di Carbone. La squadra, con ogni probabilità, contro il Cittadella, scenderà in campo con il più classico 4-3-3. Il mister rossoverde potrebbe avere un paio di dubbi: uno a centrocampo e l'altro nel settore avanzato. C'è da verificare la situazione di Diakhitè che ha ripreso ad allenarsi solo un paio di giorni fa; intanto rientrerà Zanon dalla squalifica. Questa, ma con molti punti interrogativi, potrebbe essere la probabile formazione: Di Gennaro, Zanon, Diakhité, Valjent, Germoni; Petriccione, Defendi, Ledesma; Palombi, Monachello, Falletti. Al posto di Diakhitè potrebbe andare in campo, mentre al posto di Monachello potrebbe essere schierato a sorpresa Avenatti che, viceversa, finirebbe in panchina. la partita verrà diretta dall'arbitro Francesco Paolo Saia di Palermo.
28/1/2017 ore 3:55
Torna su