21/09/2019 ore 06:38
Rigopiano: trovato il corpo senza vita del 33enne ternano Alessandro Riccetti, un'intera città nel dolore
In tanti avevamo sperato fino all'ultimo in un miracolo. Che però non c'è stato. Alessandro Riccetti, il 33enne ternano impiegato presso l'Hotel Rigopiano, è stato trovato morto insieme ad altri ospiti della struttura. Il suo corpo è stato recuperato sotto alle macerie la scorsa notte. Sono dunque 24 le persone che hanno perso la vita in questa gravissiam sciagura. Cinque sono ad ora i dispersi. Prosegue l'opera dei soccorritori, nella speranza di trovare ancora qualcuno di loro in vita. La notizia del ritrovamento della salma di Alessandro ha gettato Terni in un profondo cordoglio. Tutti avevano vissuto con grande trepidazione questa lunga settimana, durante la quale ci si aspettava da un momento all'altro la lieta novella del ritrovamento in vita di questo bravo giovane concittadino. Invece è andata diversamente ed ora i famigliari e gli amici di Alessandro piangono la sua prematura ed ingiusta scomparsa.
IL CORDOGLIO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA
"A nome personale e dell’amministrazione provinciale esprimo le mie più sentite condoglianze alla famiglia e mi associo al cordoglio dell’intera città per la perdita di Alessandro, un figlio di Terni". Lo ha detto il presidente della Provincia Giampiero Lattanzi a proposito del ritrovamento nella notte del corpo senza vita di Alessandro Riccetti durante le operazioni di soccorso all’hotel Rigopiano di Farindola. "La notizia – ha aggiunto Lattanzia -, ha suscitato ulteriore dolore negli animi di tutti, già scossi per quello che sta accadendo a così poca distanza da Terni. Alessandro era infatti un ragazzo ben voluto da tutti, che amava la vita e la sua professione e che nonostante lavorasse fuori era rimasto fortemente attaccato alla sua famiglia e alla propria terra".
25/1/2017 ore 11:15
Torna su