22/07/2019 ore 11:45
Stroncone: il giudice boccia la richiesta di revoca dei domiciliari degli operai arrestati, solo uno di loro torna in libertÓ
All'udienza che prevedeva gli interrogatori dei sette operai arrestati mercoledi scorso a Stroncone, uno solo di loro aveva deciso di raccontare la sua versione dei fatti al Gip. Gli altri si erano avvalsi della facoltÓ di non rispondere. I legali di tutti e sette avevano in ogni caso chiesto al giudcie la revoca degli arresti domiciliari. Revoca che il Gip ha concesso solo all'operaio che aveva "parlato". Per tutti gli altri rimane inalterata la misura restrittiva. E' dunque questa la decisione presa dal gip Maurizio Santoloci al termine degli interrogatori sul presunto caso di assenteismo messo in luce dalle indagini dei carabinieri. A tornare in libertÓ Ŕ il dipendente comunale di 37 anni. Per lui il giudice ha comunque disposto l'obbligo di firma per tre giorni a settimana. Soddisfazione Ŕ stata espressa dal difensore dell'operaio, l'avvocato Massimo Carignani, il quale ha detto di ritenere giusta la decisione del giudice. "Nella prosecuzione delle indagini - ha detto il legale -, emergeranno le diverse gradazioni di responsabilitÓ dei coinvolti". Gli altri avvocati prepareranno ora il ricorso al tribunale del riesame. Tutti e sette gli indagati sono accusati di truffa aggravata continuata in concorso per ritardi, uscite anticipate e assenze dal posto di lavoro.
11/6/2016 ore 13:20
Torna su