21/07/2019 ore 10:36
Ennesima truffa del falso incidente, 86enne ternana derubata di 400e euro e altri oggetti di valore
Si è accertato che la figlia della vittima designata uscisse, per telefonare poco dopo, qualificandosi come un assicuratore. L'uomo ha detto alla donna, una signora di 86 anni ternana, rimasta sola in casa, che la figlia aveva avuto un incidente alla guida della sua auto priva di assicurazione e che per tirarla fuori dai guai aveva immediatamente bisogno di denaro. Usando il nome di battesimo della figlia, ha continuato a parlare con l’anziana al telefono, impedendole di fare altre telefonate, fin quando un distinto signore non si è presentato alla porta dell’appartamento. Italiano, distinto, senza alcuna inflessione dialettale, ha detto di essere l’avvocato della compagnia di assicurazioni, venuto a ritirare i soldi. L’anziana ha consegnato all’uomo tutto quello che era riuscita a trovare in casa: 400 euro più vari gioielli. Quando più tardi la figlia è rientrata, si è resa conto di cosa era successo ed insieme hanno chiamato la polizia per sporgere denuncia contro ignoti.
LA POLIZIA: NON APRITE LA PORTA A SCONOSCIUTI
Soprattutto alle persone anziane, la Questura rinnova l’invito a non aprire la porta di casa agli sconosciuti ed ai parenti di informare i loro famigliari sulle tecniche di raggiro usate da questi criminali senza scrupoli che continuano ad approfittarsi delle persone appartenenti alle fasce più deboli della società. In ogni caso, si invitano i cittadini a chiamare il 113.
27/10/2015 ore 0:20
Torna su