19/01/2020 ore 23:53
Terni: tre nomadi di 12, 25 e 26 anni fermate dalla polizia, stavano preparando dei colpi nella zona di Cesure
Questa mattina verso mezzogiorno, un agente della Squadra Volante della Questura, libero dal servizio, mentre passeggiava in bicicletta ha notato tre nomadi che attraversavano via Rossini dirigendosi tra i palazzi. Le ha seguite chiamando i colleghi al 113 ed ha visto che le tre si allontanavano dalla zona a bordo di una Citroen C3 con targa già segnalata come sospetta nei giorni scorsi. Due Volanti della polizia si sono recate nella zona e grazie alle indicazioni dell’agente fuori servizio sono riuscite a rintracciare l’autovettura con a bordo le tre nomadi. All’atto del controllo due di loro tentavano di disfarsi di un cacciavite e di una chiave inglese gettandole vicino ad un cassonetto. Venivano perquisite e da controllo al terminale risultavano essere di origine Croata, provenienti da un campo nomadi di Roma con decine di furti in abitazione e condanne per furto alle spalle. Le tre donne rispettivamente di 12, 25 e 26 anni avevano in macchina anche delle calze che verosimilmente usavano come guanti per evitare di lasciare impronte digitali. Sono state accompagnate in Questura e denunciate per porto di arnesi atti allo scasso. L’autovettura su cui viaggiavano era stata presa a noleggio a Roma con contratto mensile intestato ad altra nomade. Le due maggiorenni erano sottoposte alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Roma emesso dal Gip presso il Tribunale di Teramo. La ventiseienne era in evidente stato di gravidanza, mentre la 25enne aveva partorito il 25 settembre. Oltre alla denuncia il Questore, dati i loro precedenti penali e di polizia ha emesso la misura di prevenzione del Rimpatrio con Foglio di Via Obbligatorio. La polizia rinnova l’invito ai cittadini a segnalare tempestivamente al 113 situazioni sospette o la presenza di persone mai notate nei pressi delle proprie abitazioni o all’interno del proprio condominio.
(Foto di repertorio, presa dalla Rete)
23/10/2015 ore 17:31
Torna su