18/10/2019 ore 06:12
Scoppia la febbre da derby in città, venduti circa 4.000 biglietti, si va verso il tutto esaurito
E' febbre da derby. Mancano ormai quattro giorni alla partita più attesa dell'anno ed in molte parti dell'Umbria in tanti si stanno mobilitando per non perdersi questo importante appuntamento. A Terni, ovviamente, c'è grandissima attesa, confermata dal fatto che appena sono stati messi in vendita i biglietti per assistere al derby, centinaia di persone si sono messe in fila per acquistare il prezioso tagliando. Si calcola che nella sola giornata di lunedi siano stati fatti fuori non meno di 2.500 biglietti. Oggi la cifra sarebbe salita a circa 4.000. Questo significa che il pubblico già "garantito" per assistere alla partita di sabato si attesta sui settemila spettatori, compresi gli abbonati ed il migliaio di perugini che occuperanno la Curva Ovest. Raggiungere lo stesso numero di spettatori che si sono registrati nel derby di ritorno della scorsa stagione (18 aprile 2015), non sarà dunque difficile.
FERE AL LAVORO
La Ternana da ieri è al lavoro per preparare al meglio l'importante sfida. Sabato scorso le Fere hanno ottenuto tre punti importanti, liquidando alla grande il Bari e riaggiustando un pò una classifica che si era fatta preoccupante dopo le precedenti cinque sconfitte. L'ottima prestazione di sabato non deve tuttavia indurre i rossoverdi a prendere sottogamba la gara interna con il Perugia. I grifoni hanno il dente avvelenato per la sconfitta di Latina e l'ambiente è su di giri per il disatroso avvio di campionato fatto registrare dalla squadra di Bisoli. Proprio i tifosi hanno dato una sorta di "ultimatum" a squadra e tecnico, chiedendo a quest'ultimi di venire a Terni per vincere. Quindi è importante che la Ternana non sottovaluti per nessuna ragione al mondo l'avversario e non si galvanizzi per il roboante risultato riportato tre giorni fa contro il Bari. I ragazzi di Breda, insomma, dovranno affrontare il derby con grande concentrazione, umiltà e spirito di sacrificio.
20/10/2015 ore 13:18
Torna su