19/07/2019 ore 01:18
Sdegno e rabbia da parte dei cittadini per l'uccisione di un novantenne da parte di una banda di rumeni
Sdegno e rabbia. Questi i sentimenti che prevalgono nell'opinione pubblica dopo il nuovo, gravissimo episodio accaduto nel pomeriggio odierno a Terni. Lo stesso sdegno e la stessa rabbia provati dai cittadini in occasione dell'omicidio della donna di Campomicciolo e di David Raggi. Stavolta a rimanere ucciso, nel corso di un'azione criminosa portata avanti (sembra) da una banda composta da tre rumeni, stato un inerme novantenne, la cui unica colpa stata quella di trovarsi in casa nel mentre i tre delinquenti facevano irruzione. L'episodio conferma ormai in modo chiaro che la conca ternana non pi nemmeno lontanamente paragonobaile a quell'isola felice che era fino a qualche dcennio fa.
IL FATTO
Tre rumeni sono stati arrestati per l'omicidio di un 91enne, trovato senza vita nella sua abitazione di Gabelletta di Terni. I tre, di 20, 21 e 43 anni, dovranno rispondere di omicidio preterintenzionale, rapina, lesioni e sequestro di persona. Secondo quanto avrebbero accertato i carabinieri del comando provinciale, due di loro sarebbero entrati in casa dell'anziano mentre l'altro attendeva in automobile. Dalle ricostruzioni dei militari risulta che i tre si sarebberoo fatti aprire la porta dicendo di dover consegnare un telegramma. Erano circa le 13,30 di martedi e in casa con l'uomo, Giulio Moracci, c'era solo la moglie Fiorana, di 85 anni, anche lei subito aggredita e legata a mani e piedi dai malviventi. I due rumeni le avrebbero poi coperto bocca e naso con nastro adesivo; l'uomo, invece, sarebbe stato bloccato con le mani dietro la schiena. La donna, ora ricoverata in ospedale al Santa Maria di Terni, sotto shock ma le sue condizioni non sono preoccupanti.
(Nella foto gli inquirenti mentre escono dall'abitazione della coppia di anziani aggredita dalla banda di rumeni)
28/4/2015 ore 21:10
Torna su