20/11/2019 ore 07:08
Terni: giovane prostituta nigeriana accende un falò per scaldarsi, ma viene denunciata per reati ambientali
Denunciata una prostituta per reati "ambientali". Una notizia abbastanza insolita che si spiega tuttavia con il comportamento tenuto dalla protagonista della vicenda. La donna, di origini nigeriane, è stata sorpresa dagli agenti di una Volante nei pressi del Foro Boario di Terni, accanto ad un fuoco che lei stessa aveva acceso, per scaldarsi e per attirare l'attenzione dei clienti. La donna, regolare in Italia e con un permesso di soggiorno rilasciatole dalla questura di Roma, senza pensare alle conseguenze che l'accensione di un falò a base di cassette di plastica e bancali di legno, avrebbe potuto provocare, se ne stava nei pareggi in attesa di qualcuno che la caricasse a bordo. Ma ad arrivare è stata però una pattuglia della polizia che ha denunciato la giovane africana ai sensi della legge sull’ambiente, per accensione illecita di fuochi, che in base alla normativa anti-inquinamento vieta la combustione di rifiuti o altro materiale in stato di abbandono.
31/3/2015 ore 16:21
Torna su