15/11/2019 ore 03:51
Terni: sdegno in città per l'assassinio della 69enne, la gente ora ha paura
La notizia dell'omicidio della donna di 69 anni avvenuto ieri sera nella zona dell'ospedale a Terni ha fatto il giro della città, suscitando sdegno e paura tra la gente. Fermo restando il forte sentimento di cordoglio nei confronti di questa povera signora, da tutti descritta, come una bravissima donna, che non avrebbe meritato mai di fare una fine del genere. Se, come da più parti viene ipotizzato, a scatenare la furia omicidia dell'assassino sia stato il fatto di essere stato scoperto dalla poveretta mentre le stava rubando in casa, c'è davvero da avere paura. Il problema dei furti nelle case riguarda tutti i quartieri di Terni, da quelli centrali a quelli periferici, e dunque ognuno di noi potrebbe malauguratamente imbattersi in uno o più ladri nel momento in cui questi dovessero entrarti in casa. Pensare a quello che potrebbe succedere, in conseguenza di una tua qualsiasi reazione è semplicimente terribile. Nella migliore delle ipotesi i malviventi potrebbero darsela a gambe dopo essere stati scoperti, ma accade purtroppo spesso che questi reagiscano, colpendo la loro vittima. Finchè la cosa si esaurisce con un pugno o con uno spintone, le cose alla fine vanno bene, pur con tutti i traumi che "incontri" di questo tipo possono provocare in una persona, ma se il delinquente di turno estrae dalla tasca un coltello o peggio ancora una pistola, allora il rischio della tragedia è fortissimo. I cittadini chiedono alle istituzioni di potenziare i controlli ovunque, soprattutto in quelle strade dove l'illuminazione lascia molto a desiderare. Non che un lampione acceso in più faccia da deterrente nei confronti di chi va in giro a rubare, ma può essere un'arma in più a disposizione dei cittadini.
14/1/2015 ore 12:08
Torna su