18/11/2019 ore 07:41
Terni: lunedi 12 e martedi 13 gennaio torna in vigore l'ordinanza sul blocco parziale del traffico
Dopo la pausa, disposta dal Comune nel periodo natalizio, lunedi 12 e martedi 13 gennaio torna in vigore l'ordinanza riguardante il blocco del traffico per un determinato tipo di automezzi. La norma prevede che nelle giornate di lunedì e martedì, dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.30, le vetture fino ad Euro 3 con trazione benzina e diesel e gli autoveicoli adibiti a trasporto merci fino ad Euro 1 diesel, nonché i ciclomotori fino a Euro 1 rimangano fermi. Sono previste una serie di eccezioni, tra queste è stata introdotta in maniera innovativa il via libera alle vetture che trasportano più persone. Sono esenti dalle limitazioni, infatti, le autovetture, indipendentemente dalla categoria euro, con almeno tre persone a bordo se omologati a 4 o più posti, e con almeno 2 persone se omologati a 2 posti. Sulla polemica sorta nei giorni scorsi, riguardo alla sospenzione dell'ordinanza, interviene il sindaco Di Girolamo. “La sospensione - spiega il primo cittadino - è stata ampiamente annunciata alla vigilia delle feste di Natale. E' stato sempre sottolineato il fatto che dal 12 gennaio sarebbe stata ripristinata. Stiamo agendo nell’ambito di provvedimenti recepiti dagli strumenti di programmazione regionali e disciplinati da normative regionali. La limitazione delle vetture più vetuste si è resa necessaria per contrastare l’inquinamento da Pm10, misura obbligatoria tenendo conto gli sforamenti che si sono già registrati e che vedono il traffico veicolare uno degli elementi più consistenti dell’inquinamento, accentuato anche dalle condizioni meteorologiche che non favoriscono la dispersione degli inquinanti. Successivamente abbiamo proceduto alla sospensione per una serie di esigenze della città, da quelle del commercio a quelle degli eventi sportivi, nel tentativo di coniugare le esigenze di vita della città con il rispetto delle tematiche ambientali. Abbiamo ben chiaro che si tratta di provvedimenti tampone e che occorre lavorare sulla mobilità alternativa, sugli stili di vita, sugli orari della città. E’ un percorso non semplice - continua Di Girolamo -, reso ancora più difficile dalla mancanze di risorse per investire su quelle infrastrutture che occorrono. Per quanto riguarda gli stumenti di programmazione e pianificazione l’Amministrazione Comunale sta lavorando al nuovo piano della viabilità che conterrà non solo provvedimenti atti a migliorare la circolazione stradale ma anche quelle infrastrutture, come le piste ciclabili, che occorrono a una città moderna e più attenta all’ambiente e alla qualità di vita dei suoi residenti".
11/1/2015 ore 4:25
Torna su