22/11/2019 ore 16:29
Terni: ruba uno smartphone da un'auto in sosta, i carabinieri lo smascherano facendogli squillare il telefono
Ruba uno smartphone lasciato dal proprietario all'interno della macchina. Poi si allontana, entra in un bar ma viene smascherato dai carabinieri che gli fanno squillare il telefono appena rubato che teneva in tasca. Colpo sfortunato per un 57enne ternano, pregiudicato, che è stato arrestato in flagranza di reato dai carabinieri del Nucleo Radiomobile per furto aggravato. L’uomo, di fatto domiciliato a San Gemini e gravato da numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, aveva da poco rubato uno smarphone del valore di circa mille euro che, per errore, il proprietario aveva lasciato, anche se non in vista, all’interno della sua autovettura parcheggiata in via del Teatro Romano a Terni. Quando il proprietario si è accorto dell'errore è tornato alla macchina ma si è accorto che qualcuno si era impadronito del suo prezioso cellulare. Così ha chiamato il 112. Le immediate ricerche poste in essere dai militari, giunti sul posto, davano esito positivo. Infatti, nel corso di serrati controlli svolti dai militari nei pressi del luogo del furto, l'autore del furto veniva rintracciato all’interno di un bar. Per smascherarlo i carabinieri componevano il numero di cellulare del derubato e lo stratagemma si rivelava efficace, dal momento che un telefonino iniziava a suonare. Lo smartphone era in tasca al 57enne che a quel punto non ha potuto negare l'evidenza. L'uomo è stato arrestato e portato ai domiciliari presso la propria abitazione fino alla tarda mattinata di ieri quando, al termine della direttissima nel corso della quale veniva condannato a 4 mesi di reclusione con pena sospesa e contestuale applicazione nei suoi confronti dell’obbligo quotidiano di firma, veniva rimesso in libertà. Il telefono è stato ovviamente restitutio al legittimo proprietario.
9/1/2015 ore 11:54
Torna su