24/02/2020 ore 03:53
Terni: ruba capi di abbigliamento in un negozio con la complicitÓ della fidanzata cassiera: arrestati entrambi
Complici di un furto. Seguendo una metodica ardita quanto singolare. Un uomo che entra in un negozio, prende alcuni capi di abbigliamento, poi si reca alla cassa dove la cassiera Ŕ la sua fidanzata. Questa fa in modo di eliminare i dispositivi antitaccheggio dai capi "acquistati", simula l'avvenuto pagamento e quindi da il via libera al proprio compagno che si appresta ad uscire dal negozio. Ma qualcosa non deve aver funzionato, tanto che lo stratagemma usato dai due viene notato da qualcuno che chiama i carabinieri.I due vengono arrestati e condotti in caserma. E' successo a Terni, in un negozio del centro dove lavora come cassiera una donna di 40 anni. Ad un certo punto, stando a quanto riferiscono dal comando provinciale dell'Arma, in negozio Ŕ entrato un uomo, 44enne commerciante ternano con precedenti di polizia, il quale ha scelto alcuni capi, per un totale di circa 400 euro, poi si Ŕ recato alla cassa. Qui sarebbe stato "aiutato" dalla propria compagna a far passare i capi privati dalla stessa dei dispositivi antitaccheggio. La stessa dipedente ha anche simulato in qualche modo il pagamento della merce rendendo "normale" il passaggio in cassa del suo compagno. I colleghi della cassiera debbono aver notato gli strani movimenti, tanto che hanno avvertito i carabinieri i quali, arrivati sul posto, hanno bloccato l'uomo mentre si stava allontanando furtivamente con il malloppo. La coppia Ŕ stata arrestata per furto aggravato in concorso. Sono in corso ulteriori verifiche al fine di stabilire se la coppia abbia commesso giÓ altre volte lo stesso raggiro.Gli arrestati, che hanno passato la notte in detenzione domiciliare presso le rispettive abitazioni, verranno processati oggi.
19/11/2014 ore 11:50
Torna su