13/11/2019 ore 10:48
Alviano: carabinieri intercettano una banda di malviventi che riesce a scappare dopo aver rubato ben quattro auto
Non si fermano all'alt di una pattuglia dei carabinieri che li inseguono. Abbandonano l'auto, scappano a piedi, poi riescono a rubare altre tre auto e con l'ultima di queste si allontanano definitivamente E' successo la scorsa notte ad Alviano Scalo dove i carabinieri della stazione di Montecchio hanno intercettato una Bmw 320 station wagon con a bordo tre uomini. L’auto non si è fermata all’alt dei militari e da Alviano Scalo ha imboccato a forte velocità via Campo della Fiera andando verso la SS 205 amerina. Grazie alla potenza del veicolo i malviventi hanno acquisito un vantaggio che gli ha consentito di abbandonare il veicolo, per poi dileguarsi a piedi nelle campagne circostanti. La Bmw di colore nero, è risultata rubata in provincia di Brescia il primo ottobre scorso ed al suo interno sono stati ritrovati due trapani a batteria nonché vari arnesi da scasso. L’auto e gli attrezzi sono stati sequestrati. Un dispositivo di cinturazione delle vie di fuga è stato immediatamente articolato impiegando un totale di sette vetture e quattordici militari, sia con auto ufficiali che con auto civetta. Numerosi i controlli fatti dai carabinieri presso abitazioni e casali isolati nel tentativo di individuare le tre persone che con il favore della notte erano in fuga fra campi di Alviano Scalo. Alcune segnalazioni arrivate al “112” da parte di alcuni cittadini, hanno permesso poi di intercettare altri due veicoli rubati, verosimilmente utilizzati dai tre balordi nel tentativo di sottrarsi alle ricerche. Dapprima, verso le 3.30, è stata ritrovata una Suzuki Vitara, mentre un paio di ore dopo a breve distanza è stata rinvenuta una Seat Ibiza, anche questa rubata ad Alviano Scalo. I tre uomini, giunti in zona con l’evidente intento di commettere furti in danno della comunità locale, sono infine fuggiti a bordo di un terzo veicolo rubato, una Renault Megane, che è tuttora ricercata, facendo perdere le proprie tracce.
9/10/2014 ore 10:26
Torna su