23/11/2019 ore 01:09
Terni: dilaga la paura per il “knockout game”, le aggressioni improvvise in strada da parte di sconosciuti
A Terni è scattata la psicosi da “knockout game”, una sorta di gioco molto cretino che sta mandando la gente all'ospedale. Un "gioco" importato dagli Stati Uniti dove è già costato la vita a diverse persone. Con due o più partecipanti suddivisi in ruoli ben precisi: vittima e aggressore. Quest'ultimo aggredisce alle spalle, persone ignare che se ne vanno in giro per i fatti propri. Di notte, ma anche di giorno. Gente che l'aggressore nemmeno conosce, insomma. Questi si apposta e al momento opportuno passa all'azione, aggredendo alle spalle un passante con un unico pugno in faccia, o un colpo alla testa. Poi scappa via quanto più velocemente possibile. Trattandosi di un’aggressione totalmente immotivata, improvvisa e di solito compiuta quando la strada è deserta, l’aggressore riesce qusi sempre a farla franca. A Terni negli ultimi mesi di questi episodi se ne sono già registrati diversi e l'ultimo è accaduto proprio nell'ultimo fine settimana, di notte, in pieno centro storico. Le zone scelte dall'aggressore (perchè pare che ad agire sia stata sempre la stessa persona) sono state fino ad oggi quelle prossime alle vie della cosidetta “movida” ternana. Il primo caso, all’inizio di aprile, è avvenuto in via Aminale ai danni di un quarantenne. Circa quindici giorni dopo, un altro quarantenne, sempre in via Aminale, è riuscito a scampare all’aggressione. Qualche mese dopo anche una donna, in via Roma, ha schivato il colpo per un soffio. E' stato invece meno fortunato, qualche notte fa, un giovane che insieme alla sua fidanzata verso le due di notte stava facendo rientro a casa dopo una serata passata con gli amici. "Eravamo in via Cavour – avrebbe riferito il giovane ai soccorritori - quando all’improvviso ho sentito un colpo alla testa. Sono crollato a terra sputando sangue. Lì per lì non ho capito nemmeno se ero stato colpito da un calcio o da un pugno. So solo che il colpo mi ha letteralmente stordito". L’aggressore è fuggito immediatamente dileguandosi verso Porta Sant’Angelo, prima che la coppia riuscisse a rendersi conto di quello che era successo. La strada in quel momento era deserta, ma subito dopo sono sopraggiunti due ragazzi che hanno soccorso la coppia e chiamato ambulanza e polizia. Il giovane è stato refertato con una prognosi di cinque giorni ma l'episodio ha di nuovo creato apprensione tra quanti vanno in giro di notte. Anche perchè nella stessa serata di sabato ci sarebbero state addirittura altre due aggressioni, probabilmente ad opera dello stesso soggetto, non confermate, però, dalle forze dell’ordine. L’identikit dell’aggressore parlerebbe di un ragazzo giovanissimo e di corporatura piuttosto esile.
FARE ATTENZIONE ANCHE A NARNI
Ora, visto che il movimento notturno negli ultimi anni è aumentato a dismisura anche nel centro storico di Narni, si teme che qualche "buontempone" possa imitare le gesta di questi fenomeni che se ne vanno in giro ad aggredire i passanti. Quindi è bene stare allerta e denunciare immediatamente ai carabinieri eventuali episodi di "strani" incontri che si dovessere fare nottetempo nei vicoli e nelle strade del centro storico.
(Foto di repertorio, presa dalla Rete)
1/10/2014 ore 2:30
Torna su