26/05/2020 ore 02:18
Crisi Ast: i lavoratori bloccano il casello dell'autostrada, nuova manifestazione per protestare contro i tagli annunciati da Tsk
Gli operai dell'Ast di Terni scendono di nuovo in strada. Dopo l'occupazione pacifica della Flaminia, avvenuta qualche giorno fa, oggi pi di un migliaio di operai hanno "occupato" prima il casello dell'A/1 ad Orte, poi l'autostrada stessa. E' stata una invasione pacifica, alla quale hanno assistito decine di poliziotti. La nuova manifestazione di protesta dei lavoratori dell'Ast, era ancora una volta contro il piano industriale presentato dalla ThyssenKrupp che prevede pesanti tagli per la produzione ed i livelli occupazionali nell'impianto di Viale Brin. Le maestranze, che hanno aderito allo sciopero di tre ore (dalle 10 di questa mattina alle 13), stato proclamato dalle organizzazioni sindacali Fiom Cgil, Fim Cisl, Uilm, Fismic e Ugl. Alla manifestazione erano presenti anche i sindaci di Terni, Leopoldo Di Girolamo e di Narni, Francesco De Rebotti. Il blocco del casello iniziato intorno alle 11,40 ed durato circa un quarto d'ora. Si calcola che in questo lasso di tempo si siano formati chilometri di coda di automezzi in transito su entrambe le corsie.
Poco prima delle 12, iniziato il deflusso dei manifestanti e tutto si svolto nella pi assoluta correttezza. Insomma se l'intendimento dei sindacati era quello dare una pi ampia visibilita' alla vertenza, l'obiettivo stato sicuramente centrato. Nel ribadire la richiesta di "stop immediato al piano di ThyssenKrupp", i rappresentanti dei lavoratori tornano a chiedere la convocazione di un nuovo tavolo di confronto.
31/7/2014 ore 12:45
Torna su