21/07/2019 ore 04:15
Terni: inaugurata una nuova moschea dedicata ai detenuti di religione mussulmana presso il carcere di Sabbione
Nei giorni scorsi, all’interno della Casa Circondariale di Terni è stata inaugurata una moschea, dedicata ai momenti di preghiera per le persone detenute di religione mussulmana. Da anni, presta la sua assistenza presso l’istituto ternano, come ministro di culto, l’Imam El Hachmi Mimoum responsabile dell’Associazione Islamica di Terni che segue costantemente i gruppi di preghiera a cui partecipano numerosi i mussulmani detenuti. Considerato che non esisteva uno spazio adeguato dove riunirsi (fino ad oggi è stata utilizzata una saletta destinata ai colloqui visivi dei detenuti) l’Imam ha proposto di individuare un locale e trasformarlo in una piccola moschea, proposta accolta positivamente dal direttore e dal comandante del reparto. Hanno partecipato alla cerimonia di inaugurazione l’On. Mario Andrea Bartolini, Enzo Catania dell’associazione Onlus “Dona un sorriso” che collabora costantemente con l’Imam, presidenti e membri delle associazioni islamiche di Marsciano, Gualdo Tadino e Umbertide, i presidenti dell’associazione islamica Umbria Alwidadya, Abdelgafour Abjlin, e della Consulta degli immigrati di Terni, Maarauf Abderrahim. La cerimonia si è svolta in due momenti distinti, il primo, più solenne, dedicato alla preghiera in moschea e il secondo conviviale durante il quale gli ospiti e le persone detenute hanno consumato insieme un piccolo rinfresco. Nonostante l’importante ed impegnativa trasformazione che l’istituto ternano sta affrontando in questo periodo, a seguito dell’assegnazione di popolazione detenuta appartenente al circuito detentivo Alta Sicurezza, la direzione e il comandante hanno comunque voluto mantenere l’impegno assunto da diverso tempo con l’Imam, mettendo a disposizione di coloro che confessano la religione mussulmana uno spazio adeguato.
9/5/2014 ore 1:01
Torna su