20/07/2019 ore 22:11
Terni: noto medico beccato dalla guardia di Finanza, avrebbe evaso mezzo milione di euro
Un'evasione fiscale pari a circa mezzo milione di euro. Questa l'accusa rivolta dalla Guardia di Finanza ad un noto medico ternano. L'uomo avrebbe evaso il Fisco facendosi pagare "in nero" le prestazioni dai suoi pazienti. I finanzieri avrebbero sorpreso il professionista, al termine di una complessa verifica fiscale, condotta anche con l’ausilio degli accertamenti bancari e delle numerose banche dati a disposizione delle Fiamme Gialle. I militari avrebbero rinvenuto nello studio del professionista alcune agende manoscritte nelle quali erano riportati i nominativi e le prestazioni rese ai suoi pazienti, gli orari di visita prefissati e l’importo totale dell’incasso percepito per ogni giornata di lavoro. Sulla base di tale rinvenimento i verificatori del Nucleo di Polizia Tributaria svolgevano quindi un attento lavoro di incrocio tra le risultanze ed i dati risultanti sui documenti fiscali e dunque effettivamente emessi dal professionista a fronte delle prestazioni erogate. Le indagini, insomma, avrebbero consentito alla Guardia di Finanza di constatare un “volume d’affari” effettivo ben più sostanzioso di quello dichiarato al Fisco. In totale sarebbero circa 500.000 euro di elementi positivi di reddito non dichiarati ed in una maggiore base imponibile ai fini Irap di pari importo. Le somme csono state segnalate all’Agenzia delle Entrate per il recupero a tassazione, mentre il professionista è stato denunciato alla Procura della Repubblica per aver presentato al Fisco una dichiarazione dei redditi infedele, in violazione dell’art. 4 del D. Lgs 74/2000.
10/4/2014 ore 12:03
Torna su