21/10/2019 ore 16:00
Terni: la polizia sgomina una baby gang di giovani tra i 14 e i 17 anni specializzata in furti nei negozi
La polizia ha sgominato una baby gang ternana composta da ragazzi italiani e stranieri di età compresa tra i 14 ed i 17 anni. Secondo la questura gli otto giovani (2 ternani e 6 stranieri ma residenti da tempo in città con le loro famiglie), sarebbero gli autori di alcuni furti compiuti a Terni ed a Spoleto. Secondo l’accusa la banda a febbraio avrebbe rubato quattro paia di occhiali griffati (valore 500 euro) presso un negozio di Borgo Rivo. Nello stesso periodo la polizia era stata chiamata anche presso il campo di calcio di Via Sabotino dove alcuni giovani di una locale squadra di calcio avevano detto di aver subito il furto di otto cellulari, due portafogli ed un giaccone di marca, asportati dagli spogliatoi durante gli allenamenti. Per il furto nel negozio erano stati segnalati cinque giovani, da identificare, alcuni dei quali apparentemente stranieri, che dopo aver distratto la commessa, avevano rubato quattro paia di occhiali da sole griffati, dal valore di circa 500 euro. Nei giorni successivi ai furti, l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, diretto dal Vice Questore Aggiunto Giuseppe Taschetti, ha effettuato un’attività di monitoraggio dei social network più popolari fra i giovani e a seguito di questi accertamenti, coordinati dal Sostituto Commissario Anna Maria Mancini, gli agenti hanno verificato che erano state postate delle fotografie di occhiali da sole e cellulari, in tutto simili a quelli rubati pochi giorni prima. Le ulteriori indagini hanno permesso di identificare l’autore dei post. E’ stato perciò richiesto all’Autorità Giudiziaria un decreto di perquisizione, grazie al quale si è potuta recuperare parte della refurtiva e individuare alcuni componenti del gruppo di minorenni che sono stati convocati in questura insieme ai genitori. Davanti all’evidenza dei fatti, inizialmente, hanno fornito una parziale ammissione delle proprie responsabilità. Sempre dall’esame dei social network, è stato possibile accertare la presenza di altri oggetti di provenienza furtiva, rubati in tre negozi di Spoleto, di cui due di ottica ed uno di video game. Si trattava di altri costosi occhiali da sole griffati e di videogame per PS4, questi ultimi con le confezioni originali ancora integre. E’ stato anche accertato il furto di due costose biciclette da corsa e tramite il costruttore, si è risaliti al proprietario. Nel corso delle complesse indagini è emerso anche che la baby gang, oltre che a commettere furti in modo seriale, si divertiva ad imbrattare muri e pensiline degli autobus, anche con le proprie firme, con bombolette di vernice spray e pennarelli, che sono stati trovati nel corso delle perquisizioni. Le zone maggiormente colpite dal fenomeno dei writer è quella di Borgo Rivo, Piazza della Meridiana, per la quale sono arrivati negli uffici della Questura esposti e segnalazioni dei cittadini residenti. A conclusione delle indagini sono stati denunciati alla Procura della Repubblica del Tribunale per i Minorenni di Perugia otto minorenni di età compresa fra i 14 ed il 17 anni, di cui due italiani e sei stranieri, figli di persone soggiornanti in Italia da molti anni, e pienamente integrate nella società, tutti studenti delle scuole medie superiori, alcuni di essi compagni di classe. Oltre agli otto minorenni, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica del Tribunale di Terni anche due giovanissimi maggiorenni stranieri, ritenuti responsabili della ricettazione delle biciclette. Molti degli oggetti rubati sono stati riconosciuti e restituiti ai proprietari.
(Foto di repertorio, presa dalla Rete)
3/4/2014 ore 12:02
Torna su